Contenuto sponsorizzato

Covid e Rsa, Zanella: “Mentre operatori non vaccinati entrano in contatto con gli ospiti, gli accessi dei familiari rimangono limitati”

Nonostante l'aggiornamento delle linee guida per gli accessi alle strutture, il consigliere provinciale di Futura denuncia un'attuazione “assolutamente difforme” delle stesse: “In diverse Rsa i parenti, anche con Green pass, non possono accedere con cadenza giornaliera o possono accedere per visite di meno di mezz'ora o non viene consentito loro di assistere i propri cari come avveniva prima della pandemia"

Di Filippo Schwachtje - 05 July 2021 - 11:51

TRENTO. “Nonostante l'aggiornamento delle linee guida relative agli accessi alle Rsa, gli ingressi per i parenti degli ospiti delle strutture rimangono limitati”. Queste le parole di Paolo Zanella, consigliere provinciale di Futura, che denuncia la mancanza di uniformità di attuazione delle nuove linee guida nelle varie Rsa sul territorio provinciale.

 

“Il 24 giugno il Dipartimento salute e politiche sociali ha aggiornato le linee guida per la ripresa delle visite dei familiari nelle Rsa (Qui Articolo) – scrive il consigliere di Futura –. Linee guida che prevedono misure atte a 'tutelare lo stato di salute, i diritti e la qualità della vita e del benessere psicofisico degli ospiti, dei familiari e del personale'. Riguardo agli accessi, le nuove indicazioni operative prevedono l'entrata di massimo due familiari per residente contemporaneamente, in presenza di certificato verde Covid-19 mediante un meccanismo di prenotazione e programmazione degli stessi che consenta di facilitare la frequenza, la durata e la regolarità degli accessi in relazione alle esigenze familiari”.

 

Per raggiungere l'obiettivo, continua Zanella: “Vengono date indicazioni per favorire e uniformare, tra le altre cose, anche le 'modalità di visita, sempre più orientate alla normalizzazione delle forme di relazione e interazione'”. Come riporta il consigliere di Futura infatti, il quadro epidemiologico attuale sul nostro territorio vede una “scarsissima circolazione del virus Sars-Cov-2, con una prevalenza puntuale di solo 58 casi, di cui nessuno in Rsa, e un incidenza di pochissimi casi al giorno”. Per la maggior parte inoltre, ormai da mesi i residente delle Rsa sono stati vaccinati, tranne sporadici casi di rifiuto o di non indicazione alla vaccinazione.

 

Da più Rsa però, sottolinea Zanella: “Giungono segnalazioni che le linee guida sono attuate in modo assolutamente difforme, con diverse strutture in cui i parenti, anche in presenza di Green pass, non possono accedere a cadenza giornaliera, o possono accedere per visite di meno di mezz'ora o non viene consentito loro di assistere i propri cari come avveniva prima della pandemia”.

 

Una problematica, oltretutto, vissuta da utenti e familiari con una contraddizione di fondo, spiega il consigliere provinciali: “In molte Rsa ci sono operatori sanitari non vaccinati, che assistono decine di residenti per turno, controllati solo settimanalmente con tampone, invece che ogni 48 ore come i parenti non vaccinati che vanno a far visita solo al loro congiunto. La chiusura delle RSA a visite regolari dei parenti si protrae da sedici mesi e questo deficit relazionale ha determinato un progressivo deterioramento psicofisico in un gran numero di residenti. La Giunta non crede sarebbe opportuno, vista la situazione epidemiologica e la copertura vaccinale di ospiti e parenti, sollecitare i direttori delle Rsa ad una uniformità di applicazione delle Linee guida, nel senso di visite senza vincoli restrittivi di frequenza e durata?

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione dell'8 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
08 August - 20:07
Presente al Palazzo della Provincia la ministra per le disabilità in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti" che [...]
Cronaca
08 August - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Politica
08 August - 18:50
Ugo Rossi si è dimesso da Azione: “Adesso trascorreranno la campagna elettorale ad accusarsi l’un altro su chi per primo abbia violato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato