Contenuto sponsorizzato

Covid, “Ospedali ancora sovraccarichi, non è il momento di allentare le restrizioni”, l’appello dei medici

Il parere dei medici per allentare le restrizioni: “Solo con contagi giornalieri inferiori ai 5.000 casi e ospedalizzazioni largamente al di sotto delle soglie critiche. Ogni prematuro allentamento delle restrizioni potrebbe mettere a rischio tanto la vita dei pazienti affetti da Covid-19, quanto la salute dei pazienti con altre patologie”

Di T.G. - 13 aprile 2021 - 13:59

TRENTO. In tutta Italia sono ancora 27.329 le persone ricoverate con sintomi da Covid-19, mentre restano 3.593 i posti letto occupati in terapia intensiva. Numeri in lenta discesa ma ancora troppo alti per abbassare la guardia. Proprio per questo l’Intersindacale medica che riunisce diverse sigle sindacali che fanno riferimento a medici e dirigenti sanitari chiedono al Governo di non allentare le misure per contenere i contagi di coronavirus. “I dati delle ultime settimane – spiegano – mostrano progressivi segnali di rallentamento della crescita dei contagi da Sars-CoV-2, tuttavia le condizioni di sovraccarico di tutto il sistema ospedaliero, impongono molta cautela nell’allentare le misure restrittive della movimentazione sociale”.

 

Sono 13 le Province e Regioni (dati aggiornati 12 aprile) che superano la soglia d’allerta per quanto riguarda i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Fra queste c’è anche il Trentino con il 46,7% dei posti letto occupati. Va leggermente meglio per quanto riguarda i ricoveri nei reparti ospedalieri con 8 territori che superano il 40% della capienza. A preoccupare i medici anche “la marcata circolazione del virus, con circa 530mila contagi attivi, e la persistente elevata mortalità”. Dopo oltre un anno di pandemia sono ancora molte le criticità che il personale sanitario p costretto ad affrontare ogni giorno.

 

 

Ogni prematuro allentamento delle restrizioni – affermano i sindacati dei medici – potrebbe mettere a rischio tanto la vita dei pazienti affetti da Covid-19, costringendo per carenza di posti letto gli operatori a scelte strazianti sotto il profilo etico, quanto la salute dei pazienti con altre patologie, la cui prevenzione e cura rischia di essere ancora una volta sacrificata a causa della sottovalutazione del rischio di una persistente elevata circolazione del virus”.

 

 

Secondo i medici un allentamento delle restrizioni sarà possibile solo con contagi giornalieri al di sotto dei 5.000 casi, ma a patto di mantenere un’elevata capacità di testing e riprendendo il contact tracing per il controllo della diffusione dell’epidemia. Inoltre, i ricoveri in area Covid medica e intensiva dovranno essere “largamente al di sotto delle soglie critiche”, rispettivamente 40% e 30%, e si dovrà completare la vaccinazione “almeno per i soggetti fragili e gli ultra 60enni, categorie a più alto rischio di ricovero e mortalità”.

 

È da queste considerazione che le sigle sindacali rivolgono un appello alla politica: “Chiediamo di ascoltare le decine e decine di migliaia di colleghi che da 13 mesi lavorano senza tregua nell’emergenza territoriale e negli ospedali, e che non nascondono la loro perplessità e amarezza per il dibattito in corso su riaperture che, sotto le pur comprensibili esigenze economiche e sociali, celano una non corretta valutazione del rischio di un prolungamento della pandemia e di una persistente elevata mortalità tra i cittadini non ancora protetti con la vaccinazione. Senza una soluzione duratura della crisi sanitaria non vi potrà essere una ripresa economica né un ritorno in sicurezza alle normali relazioni sociali”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
10 maggio - 20:36
Trovati 12 positivi, comunicato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 31 guarigioni. Sono 875 i casi attivi sul territorio [...]
Cronaca
10 maggio - 21:36
Per quarant'anni alla guida del sodalizio gialloverde, Angeli guidò la società sino alla promozione in serie D, categoria poi affrontata per [...]
Cronaca
10 maggio - 20:01
L'intervento del presidente della Provincia su Facebook, nella giornata in cui gli sbarchi a Lampedusa sono stati circa 2mila: "Trentino già [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato