Contenuto sponsorizzato

Drive through vaccinale a Mattarello: "Scelta in controtendenza e disagi per il caldo in estate" secondo Ferrari e Zanella. "Sono state valutate alternative?"

Secondo i capigruppo di Pd e Futura la nuova struttura a Mattarello presenterebbe diverse problematicità, tra cui anche la gestione delle temperature in estate: "In città si superano spesso i 30°, ci saranno disagi sia per gli utenti che per gli operatori medici"

Di Filippo Schwachtje - 20 May 2021 - 23:04

TRENTO. Nell'area di San Vincenzo a Mattarello manca ormai poco all'apertura del nuovo centro drive through per le vaccinazioni anti-Covid, che dovrebbe diventare operativo già a partire dalla settimana prossima e che dovrebbe garantire oltre 2mila somministrazioni al giorno. Una soluzione già adottata in diversi contesti in Trentino ma che, in particolare per la zona scelta, presenterebbe in questo caso diverse problematicità secondo i capigruppo del Partito Democratico e di Futura Sara Ferrari e Paolo Zanella, preoccupati per le temperature che si raggiungeranno sotto il tendone in estate ("in una città in cui si raggiungono spesso i 30°") e per il futuro ruolo che giocherà il centro di Trento Fiere che "pare non abbia raggiunto ancora il massimo delle sue potenzialità".

 

"A prima vista - spiegano i due consiglieri - l'idea di realizzare un centro vaccinale in un grande piazzale asfaltato, sotto delle tensostrutture, non sembra così brillante". Secondo Ferrari e Zanella infatti: "E' facile immaginare da una parte il disagio a cui saranno sottoposti gli utenti, parliamo di circa 2000 persone al giorno che dovranno passare del tempo prima ad aspettare in macchina il proprio turno di vaccinazione e poi il quarto d'ora 'di osservazione' post iniezione sotto il sole dei mesi più caldi (e quindi la maggior parte con l'aria condizionata e il motore acceso), e dall'altra quello degli operatori medici, del personale sanitario e dei volontari di supporto che dovranno passare diverse ore al giorno nel piazzale, in una città in cui in estate spesso vengono superati i 30 gradi centigradi". 

 

Ma ad essere ancora meno comprensibile per i due capigruppo è proprio la scelta di realizzare un centro drive through, una struttura "in controtendenza con quanto si sta realizzando nei territori vicini, dove il numero di vaccinazioni è pari se non superiore al nostro e dove si utilizzano i centri fieristici per le somministrazioni". Il centro vaccinale di Trento Fiere, sottolineano a proposito Ferrari e Zanella: "E' stato molto apprezzato anche dal generale Figliuolo, ma pare non abbia ancora raggiunto il massimo delle sue potenzialità". 

 

Perché dunque, chiedono i due in un'interrogazione: "Scegliere l'area San Vincenzo per il nuovo drive through? La struttura andrà a sostituire i punti vaccinali presenti o sarà aggiuntiva? Considerando l'arrivo dell'estate, è stato previsto un punto di ristoro per gli utenti, per il personale sanitario e i volontari che dovranno restare nel piazzale tutta la giornata?". Il drive through, in poche parole: "E' la soluzione migliore? Quali alternative sono state valutate?"

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 settembre - 19:24
Il segretario della Uil trasporti ha scritto una lettera al presidente della Provincia per estendere la gratuità dei tamponi anche agli autisti [...]
Cronaca
24 settembre - 19:51
Per quanto riguarda i nuovi contagi di oggi sono 21 i casi positivi registrati oggi nel bollettino covid dell’Azienda provinciale per i [...]
Montagna
24 settembre - 18:32
Paolo Scarian ha confermato la presenza di un branco di lupi nella zona del Latemar, una famiglia composta da diversi esemplari che è stata [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato