Contenuto sponsorizzato

Il rifugio ''Valbona'' è in Veneto e Mattia, Nadine e i loro quattro Husky restano isolati dalla neve. L'appello al Trentino: ''Aiutateci voi''

Una questione che prosegue da ormai diversi anni. Mentre la Provincia di Trento è riuscita a portare avanti l'apertura della strada fino al confine con il Veneto, arrivando a circa 3 chilometri dal rifugio, dall'altro la Provincia di Vicenza, non ha provveduto a fare l'intervento per i chilometri di sua competenza

Di G.Fin - 25 January 2021 - 13:34

ARSIERO. La neve caduta nei giorni scorsi sta ancora oggi creando non pochi problemi. Lo sanno Mattia Baldo e Nadine Pajusco, assieme ai loro quattro cani, gestori del rifugio Valbona - bar trattoria al Curvone, a Laste di Arsiero. La struttura si trova a 1.720 metri di quota e, come testimoniano le foto pubblicate sui social, è letteralmente sommersa dalla neve.

La vicenda sta facendo discutere in Veneto. La struttura si trova nel vicentino però a poca distanza da Folgaria. Mentre la Provincia di Trento è riuscita a portare avanti l'apertura della strada fino al confine con il Veneto, arrivando a circa 3 chilometri dal rifugio, dall'altro la Provincia di Vicenza, invece, non ha provveduto a fare l'intervento per i chilometri di sua competenza. Per arrivare fino a quel punto, infatti, un tratto di strada è a rischio frane e il Veneto (anche in passato) ha deciso quindi di non proseguire con la pulizia della viabilità. 

Da qui la decisione del rifugio di chiedere aiuto al Trentino. "Basterebbe - ci ha spiegato il titolare del rifugio Mattia Baldo - che la concessione della strada provinciale 92 passasse al Trentino". Un accordo, quest'ultimo, che fino ad oggi non è arrivato ma che permetterebbe, sempre secondo Baldo "una migliore manutenzione della strada".   

 

In questo momento, comunque, il rifugio è pressoché isolato. Con diverse ore di lavoro si è riusciti a creare un piccolo passaggio ma la strada rimane difficilmente praticabile. Il gestore riesce a spostarsi con fatica con una motoslitta prestata in alcune occasioni dagli amici. Per il resto tutto rimane molto precario. Per l'acqua viene sciolta la neve e la corrente c'è quando funzionano i pannelli solari e il gruppo elettrogeno.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 19:53
Sono 226 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 67 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
04 March - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

04 March - 19:16

Nuovi riscontri alla diffusione della variante inglese in Provincia, dopo il caso dei dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme anche 15 dipendenti di una fabbrica di Trento sono stati contagiati dalla stessa mutazione. Ferro: “La variante inglese ha una grande capacità di contagio soprattutto nei luoghi chiusi”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato