Contenuto sponsorizzato

La Città della quercia 'riunita': aperto il nuovo sottopasso di piazzale Orsi che collega Borgo Sacco e San Giorgio a Rovereto

Questa mattina, 8 ottobre, il passaggio ciclopedonale è stato ufficialmente inaugurato e consegnato alla città dal sindaco, dall'assessore provinciale allo sviluppo economico e dai dirigenti delle Ferrovie: il sottopasso rappresenta un importante elemento di collegamento fra le diverse aree di Rovereto

Pubblicato il - 08 October 2021 - 18:52

ROVERETO. Una città 'riunita': a Rovereto apre il nuovo sottopasso ciclopedonale di piazzale Orsi che collega Borgo Sacco e San Giorgio al centro della Città della quercia. L'opera è stata inaugurata questa mattina (8 ottobre) e consegnata dal sindaco Francesco Valduga, dall'assessore provinciale Achille Spinelli e dai dirigenti delle Ferrovie alla cittadinanza. Grazie al nuovo sottopasso che collega piazzale Orsi con via Zeni, dice Piazza Dante, finalmente la stazione dei treni non è più un ostacolo.

 

Secondo la Provincia, che ha finanziato l'opera quasi del tutto, si è trattato di un lavoro di squadra che ha reso possibile la realizzazione di un'infrastruttura attesa da anni e parte di un disegno più ampio che trasformerà la zona di via Zeni con la prevista realizzazione di un polo leggero dell'intermodalità con pensiline per autobus, autocorriere ed un grande parcheggio di attestamento.

 

Insieme al sottopasso è stato già realizzato nella parte nord dell'areale ferroviario un parcheggio di superficie per pendolari (55-60 posti auto) in modo da evitare a chi viene da Borgo Sacco, San Giorgio, Isera e Destra Adige di ingolfare la città alla caccia di uno stallo.

 

Il sottopasso in poche parole rappresenta un importante elemento di collegamento tra le due aree di Rovereto e intende essere uno strumento per migliorare la viabilità della città all'insegna di una mobilità più sostenibile, dice Spinelli. Prossimo passo, non appena le Ferrovie abbatteranno le palazzine sulla parte sud, sarà la realizzazione di un'area di un ettaro dove sarà installata la stazione leggera dei mezzi pubblici su gomma, anche lì è prevista la creazione di ulteriori 70 posti auto. Il progetto sarà completato con la costruzione di un parcheggio interrato da 200 posti a servizio della stazione con stalli per la ricarica di veicoli elettrici. Un'operazione che complessivamente costerà 15 milioni di euro, già stanziati.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
16 ottobre - 06:01
Fausto Manzana (Confindustria Trento): "A seguito di una prima ricognizione non ci sono criticità. C'è qualcosa da migliorare ma il sistema [...]
Cronaca
15 ottobre - 19:56
Trovati 29 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 20 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui 3 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
15 ottobre - 20:44
L'allerta è scattata in località Santa Margherita a Castelnuovo. Un 35enne portato in elicottero all'ospedale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato