Contenuto sponsorizzato

L'hanno picchiata, colpita con lo spray urticante, investita e trasportata per centinaia di metri sul cofano: lei li denuncia e ora sono stati arrestati

Il primo dei malviventi era stato rintracciato a Bolzano a ottobre mentre il secondo è stato arrestato in questi giorni in Toscana. I due cinesi avevano derubato la titolare di un centro massaggi  

Pubblicato il - 19 giugno 2021 - 12:12

BOLZANO. Le hanno prima dato un pugno in faccia, poi le hanno spruzzato lo spray al peperoncino sul volto e, infine, mentre cercavano di darsi alla fuga l'hanno anche investita con l'auto ma lei è rimasta aggrappata al cofano per diverse centinaia di metri finendo, a un certo punto, per cedere e cadere sull'asfalto. Tutto questo per una rapina che ha fruttato circa 11 mila euro in contanti. Dopo nove mesi dalla brutale rapina avvenuta a Bolzano al centro massaggi ''Tuina'', si è conclusa positivamente l'indagine di polizia giudiziaria coordinata dalla procura della Repubblica di Bolzano e condotta dalla squadra mobile.

 

Nel dettaglio, la sera del 10 settembre del 2020, la titolare del centro massaggi originaria della Cina, subiva una rapina che ha fruttato un bottino di 11.000 euro in contanti da parte di due suoi connazionali. Questi ultimi, dopo averla colpita al volto con un pugno ed averle spruzzato in faccia dello spray irritante, per cercare di guadagnarsi la fuga la investivano con la propria autovettura, condotta da un terzo elemento.

 

La vittima riusciva ad aggrapparsi al cofano riuscendo a rimanere in quella posizione per diverse centinaia di metri. Le indagini condotte dalla squadra mobile di Bolzano sul veicolo utilizzato per commettere la rapina hanno consentito di identificare due degli autori: il primo, W.S., cittadino cinese di 27 anni, residente in Veneto e con precedenti di polizia a carico, veniva rintracciato già lo scorso ottobre a Bolzano e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.

 

L’altro malvivente, H.E., di 39 anni, anch’egli cinese, residente a Roma, individuato come l’autista che aveva investito la vittima, aveva fatto perdere le proprie tracce, ma, grazie alla tenacia del personale della squadra mobile, qualche giorno fa veniva rintracciato in Toscana e condotto in carcere.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 July - 10:27
Le condizioni del centauro sono apparse subito molto gravi. I sanitari dell’equipe medica hanno tentato di rianimare il motociclista purtroppo [...]
Cronaca
25 July - 10:58
Notte impegnativa per i carabinieri e i sanitari, nella zona del lago di Caldonazzo prima è stato fatto esplodere un grosso petardo poi è [...]
Cronaca
25 July - 10:19
Il traffico stradale (sia in A22 che sulle provinciali e statali) e ferroviario è ripreso alle 9 di questa mattina, 25 luglio, dopo la fine delle [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato