Contenuto sponsorizzato

Manifestazione dei ''No vax'' a Trento, proteste e insulti sotto la sede de Il Dolomiti (VIDEO): ''E' vergognoso: dovete dire che i vaccini non proteggono''

Manifestazione "No Green pass" per le vie del centro di Trento. Tra i soliti slogan, una variazione sul tema è la tappa sotto la redazione de Il Dolomiti tra fischietti, discorsi con il megafono, e insulti e inviti a scendere

Di Luca Andreazza - 25 September 2021 - 20:08

TRENTO. Non è sabato senza la manifestazione "No Green pass". Tra i soliti slogan "giù le mani dai bambini'', ''stop alla dittatura Covid'' e ''balle di Stato: il Covid è pericolosissimo/falso/se curato subito come qualsiasi malattia'' o ancora ''il vaccino ci salverà, falso/non ferma il virus né la malattia, anzi al propaga'', una variazione sul tema è la tappa sotto la redazione de Il Dolomiti per attaccare il nostro quotidiano e il nostro direttore Luca Pianesi tra fischietti, discorsi con il megafono, insulti e inviti a scendere.

 

Tra le accuse quelle di non trattare quotidianamente diversi argomenti come il fatto di non aver parlato, per esempio, della rivalutazione delle indennità dei consiglieri regionali del Trentino e dell'Alto Adige (Qui tra gli ultimi articoli pubblicati sul provvedimento assunto in consiglio regionale e portato alla luce proprio da Il Dolomiti nei mesi scorsi). Il resto è il "credo no vax" quando, al contrario, la vaccinazione funziona per ritornare quanto prima alla normalità.

 

Se si opera una media delle fasce d’età, i dati evidenziano l'efficacia nel ridurre il ricovero in ospedale del 94%, il ricovero in terapia intensiva del 97% e l’esito fatale della malattia al 96%. Una protezione alta dall’infezione, si stima l'88%. Numeri che, come per ogni cura, non possono arrivare al 100%, ma i dati si avvicinano e possono fare la differenza in materia di salute e sanità pubblica.

 

Un 2020 difficilissimo anche per il Trentino, tra ottobre e dicembre il territorio ha avuto la crescita più alta di decessi d'Italia (+65,4% rispetto alla media dei cinque anni precedenti) e nel 2020 la provincia è stata seconda solo alla Lombardia (Qui articolo). Nel 2021 invece sono stati 417 i decessi e solo 7 hanno riguardato persone che avevano completato il ciclo vaccinale con un'età media 88 anni (Qui articolo). Un dato che dimostra l'efficacia della vaccinazione, somministrata gratuitamente, mentre le cure in terapia intensiva costano almeno 4 mila euro al giorno (Qui articolo).

 

A ogni modo anche oggi diverse centinaia di no-vax, no-pass, no-mask sono scese in strada a Trento per riproporre il solito corteo in centro. Intanto l'obbligo di Green pass è stato esteso anche agli ambiti lavorativi mentre i Tar bocciano i ricorsi dei sanitari no vax contro la sospensione e così l'intenzione è quella di rilanciare alcuni appuntamenti "nati da assemblee di lotta variegate ed eterogenee, dove continuare a conoscersi, confrontarsi, sperimentarsi".

 

Non è cambiato, insomma, lo spartito delle proteste per quella che viene definita una "dittatura sanitaria" e la necessità di rendere gratuita la possibilità di effettuare il tampone naso-faringeo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 ottobre - 19:49
Trovati 30 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 17 guarigioni. Sono 17 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
19 ottobre - 17:21
Dalla demolizione dei fabbricati esistenti (dove è presente dell’amianto) alla semina del prato fino alla questione della sicurezza, ecco la [...]
Società
18 ottobre - 19:57
Questa attività di mappatura si svolge tra martedì 19 e venerdì 22 ottobre e viene effettuata a titolo gratuito. L'iniziativa vedrà [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato