Contenuto sponsorizzato

Riqualificazione energetica e manutenzione straordinaria: rinnovata la caserma dei pompieri di Pieve di Ledro

Gli interventi sulla struttura, che si sviluppa su 3 livelli, prevedevano il rifacimento della copertura del tetto, la sostituzione di tutti i serramenti interni, la sistemazione delle facciate esterne e una serie di altre migliore per un importo a base d'asta che sfiorava i 400mila euro

Pubblicato il - 12 giugno 2021 - 11:31

LEDRO. Si stanno per concludere i lavori di riqualificazione energetica e di manutenzione straordinaria della caserma dei vigili del fuoco di Pieve di Ledro, l'assessore Roberto Sartori: “Un intervento importante che permette di sistemare una caserma che manifestava qualche problematica dovuta all'usura del tempo”. La struttura è su 3 livelli: al piano interrato ci sono locale termico e magazzino, al piano terra spogliatoio e due autorimesse e al primo piano locali ufficio, sala radio, sala ristoro e sala riunioni.

 

L’intervento (con un importo a base d'asta per l'intera lavorazione che sfiorava i 400mila euro) prevedeva: demolizione e rifacimento della copertura del tetto, sostituzione di tutti i serramenti esterni, prolungamento del tetto sopra le terrazze della sala riunioni, rinnovo delle lattonerie in acciaio zincato, sistemazione delle facciate esterne e degli intonaci danneggiati dall’umidità di risalita con successiva tinteggiatura tinteggiatura delle parti in legno deteriorate.

 

Sono stati ritinteggiati anche gli interni rifatte le motorizzazioni dei portoni delle autorimesse. Ci saranno poi nuovi impianti di videosorveglianza e di controllo degli accessi, verrà rifatto l’impianto elettrico a piano terra, anche se oggetto di revisione è stato tutto l’impianto elettrico. Ancora: manutenzione straordinaria dell’impianto termoidraulico (con l’arrivo di un nuovo generatore a condensazione a bassa emissione), lavori di adeguamento alla sala operativa e rifacimento delle perline in legno di larice dei parapetti esterni.

 

Per consentire di scaldare anche solo alcune porzioni dell’edificio, riducendone ulteriormente i consumi, i due locali più utilizzati (il locale ritrovo e ristoro e il locale soccorso alpino) sono muniti di mini impianti di riscaldamento a pellets.

 

Rispetto al tetto, il progetto iniziale prevedeva di sostituire il manto di copertura con tegole di cemento tipo coppo. In fase di lavori è emerso invece come più funzionale l’utilizzo della lamiera graffata: ha un peso molto inferiore e consentirà dunque alla struttura portante di supportare più efficacemente i carichi causati dalle nevicate. Il tipo di materiale, di color testa di moro, rispetta le tipologie costruttive presenti in zona.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
07 dicembre - 11:54
Incontro via remoto tra i tre governatori dell'Euregio. Dalla disamina di Fugatti è emerso che la maratona vaccinale sta andando abbastanza bene [...]
Cronaca
07 dicembre - 11:53
Difficile la situazione negli ospedali del territorio con 99 i ricoveri in area medica, poi 18 quelli [...]
Politica
07 dicembre - 09:43
Fra le nuove restrizioni che potrebbero essere introdotte c’è anche quella di escludere i tamponi fra le soluzioni per ottenere un Green pass. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato