Contenuto sponsorizzato

Scappa da povertà e guerra, 16enne trovato in ipotermia dentro un tir arrivato dal Brennero. Ha pagato 1500 euro

Scappava da guerra e povertà, è stato trovato in mezzo a degli scatoloni dentro un tir. Il suo viaggio è iniziato in Grecia dove ha pagato 1500 euro. Ha viaggiato di notte a temperature con parecchi gradi sotto lo zero

Foto: Bundespolizei
Foto: Bundespolizei
Di GF - 07 April 2021 - 10:13

BOLZANO. In inglese la parola è “smuggling” e la si usa per indicare quel fenomeno per cui un trafficante, dietro pagamento, procura l'accesso illegale di una persona migrante in uno Stato.

 

Il Brennero è uno snodo importante di passaggio da uno Stato all'altro usato dai trafficanti e proprio per questo è tenuto sotto controllo dalle forze dell'ordine.

 

Nelle scorse ore, grazie un controllo di frontiera fatto dalla polizia federale tedesca su un rimorchio di un camion, nascosto tra gli scatoloni, è stato trovato un ragazzo di appena 16 anni afghano in ipotermia.

 

Il mezzo pesante stava arrivando dal Brennero. Gli agenti della polizia federale hanno controllato l'autista del mezzo con immatricolazione greca attorno all'una di notte nell'area di servizio di Inntal-Ost. L'uomo, 55enne, ha fornito tutti i documenti necessari per l'identificazione. Gli è stato poi chiesto di aprire il telone laterale del suo rimorchio su richiesta degli agenti di controllo ed è stato proprio in quel momento che tra i bancali è spuntato fuori il 16enne

 

Vittima di un'operazione messa in atto da un trafficante di uomini, il giovane originario dell'Afghanistan ha raccontato di aver trascorso il viaggio, che lo ha portato oltre il Brennero e attraverso l'Austria lunedì notte, seduto sugli scatoloni al freddo con temperature che hanno raggiunto anche parecchi gradi sotto lo zero.

 

Il ragazzino ha raccontato che un uomo in Grecia lo aveva aiutato a salire sul rimorchio del camion. Un “aiuto” che ha pagato 1500 euro. L'autista è stato interrogato e, secondo quanto verificato dalle forze dell'ordine, era all'oscuro di tutta l'operazione.

 

La polizia federale di Rosenheim sta ora indagando su chi potrebbe essere l'organizzatore o il complice dell'operazione di smuggling.

 

Il giovane afgano non aveva nessun documento con sé ed è stato trovato in stato di ipotermia. Dopo essere stato accompagnato alla stazione di polizia, è stato sottoposto ad uno screening medico e al test anticovid. Successivamente è stato affidato alle autorità.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 ottobre - 22:14
L'allerta è scattata nella serata di oggi a Montevaccino. Svariate unità dei vigili del fuoco in azione per gestire l'emergenza
Politica
20 ottobre - 19:13
Gli autonomisti Michele Dallapiccola e Paola Demagri hanno presentato una mozione che si inserisce sulla riforma della Comunità di valle della [...]
Politica
20 ottobre - 18:30
Il consigliere del Movimento 5 Stelle ha fatto un'interrogazione per sapere quanto ha pesato sulle casse pubbliche la scelta del presidente del [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato