Contenuto sponsorizzato

Terribile femminicidio a Cortesano, Saltori uccisa a colpi di accetta dall'ex marito. Era madre di 4 figli

L'aggressore Lorenzo Cattoni avrebbe poi tentato il suicidio, trasportato in gravi condizioni all'ospedale Santa Chiara di Trento. Lui era agli arresti domiciliari a Nave San Rocco perché già in altre occasioni aveva usato violenza contro la 42enne

Di L.A. e T.G. - 22 febbraio 2021 - 19:04

TRENTO. Uccisa a colpi di accetta, un terribile femminicidio a Cortesano. La vita di Deborah Saltori, madre di 4 figli, è stata brutalmente spenta a 42 anni in zona Maso Saracini (Qui la testimonianza di una conoscente). 

 

L'allerta è scattata intorno alle 15.30 di oggi, lunedì 22 febbraio, quando si è consumato il drammatico delitto. L'allarme è stato lanciato da un passante che ha notato Lorenzo Cattoni di 39 anni a terra e agonizzante.

 

Secondo le prime ricostruzioni, Cattoni, già ammonito per due volte dal questore di Trento per violenza domestica, anche verso una precedente compagna, avrebbe aggredito l'ex moglie con un'accetta e le avrebbe inferto un colpo mortale all'altezza della carotide.

 

Poi l'aggressore avrebbe tentato il suicidio, soccorso e stabilizzato è stato trasferito in gravi condizioni all'ospedale Santa Chiara di Trento con un polmone perforato. 

 

Nei mesi scorsi era stato arrestato perché negli ultimi 4 anni era ricorso più volte a violenze fisiche e psicologiche nei confronti proprio dell'ex moglie

 

Il 39enne si trovava inoltre agli arresti domiciliari a casa dei genitori a Nave San Rocco. Imprenditore agricolo nella piana Rotaliana, aveva però ottenuto dei permessi per poter uscire e lavorare in campagna, aveva alcuni terreni anche in zona Vigo Meano.

Una volta ricevuto l'allarme, la macchina dei soccorsi è entrata in azione tra due ambulanze, elicottero, vigili del fuoco e polizia. L'area è stata subito circoscritta e messa in sicurezza, completamente blindata.

 

Le indagini, coordinate dal vice questore Tommaso Niglio e dal pm Carmine Russo, e le ricostruzioni del tragico evento sono ancora in corso.

 

L'arma utilizzata, secondo quanto finora accertato dagli investigatori, è un'accetta. Purtroppo per la 42enne non c'è stato nulla da fare: fatale il colpo inferto alla carotide; Saltori lascia 4 figli di cui uno avuto proprio da Cattoni. Il 39enne invece è stato portato in ospedale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
06 dicembre - 05:01
La presidente dell'associazione dei pubblici esercizi del Trentino Fabia Roman: “Per quanto riguarda luce e gas abbiamo avuto aumenti anche del [...]
Cronaca
05 dicembre - 19:35
Questa la situazione rispetto ai parametri nazionali per la zona gialla: l'occupazione delle terapie intensive è al 9% (il tetto fissato per [...]
Politica
05 dicembre - 19:01
Sui social il presidente della Provincia con tanto di logo della Pat ha comunicato di aver ottenuto una qualche deroga al super (mai stato in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato