Contenuto sponsorizzato

VIDEO. Frana sulla Gardesana, il boato dei disgaggi per mettere in sicurezza la parete rocciosa

Stanno proseguendo senza sosta i lavori per la messa in sicurezza la zona a Tempesta dove sabato scorso si è verificata una grossa frana 

Pubblicato il - 08 gennaio 2021 - 13:29

TRENTO. Proseguono gli interventi di messa in sicurezza dell'area sulla Gardesana a Tempesta, nel comune di Nago Torbole, dove sabato scorso si è verificata una enorme frana che ha bloccato completamente la viabilità. (QUI L'ARTICOLO)

Gli interventi per riportare la situazione alla normalità proseguiranno per circa un mese. Dai rilievi che sono stati fatti dal Servizio geologico della Provincia si è riscontrato che prima di rimuovere il materiale che ha invaso la carreggiata, circa 800 metri cubi di rossa e terra, e di ripristinare il piano viabile, è necessario procedere con puliziabonifica e consolidamento della porzione di versante a monte della zona interessata dalla frana.

 

 

Proprio da questo sono partiti i lavori di una ditta specializzata. Gli interventi sono articolati in più fasi con una pianificazione dettagliata delle lavorazioni per il ripristino della circolazione.

 

In queste ore si stanno effettuando dei disgaggi necessari proprio per mettere in sicurezza la restante parete rocciosa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato