Contenuto sponsorizzato

“I miei cuccioloni si sono riempiti di 'bolle' dopo il contatto con un'aiuola (FOTO)”, la segnalazione di un cittadino: “I padroni facciano attenzione”

La segnalazione arriva da Paolo Fravezzi: nell'ultima settimana entrambi i suoi Amstaff (una femmina, Melody, ed un maschio, Rocco) dopo una camminata in centro a Dro sono tornati a casa con la presenza di bolle su tutto il corpo, che hanno richiesto l'intervento del veterinario ed una cura a base di cortisone. Il sindaco Mimiola: “Porteremo avanti tutte le verifiche del caso”

Di F.S. - 19 March 2022 - 20:28

DRO. Era uscito insieme ai suoi cani per una normale passeggiata ma rientrando a casa i due cuccioloni di Amstaff (una femmina, Melody, ed un maschio, Rocco) si sono riempiti di bolle su tutto il corpo, che hanno richiesto l'intervento di un veterinario ed una cura a base di cortisone, la segnalazioni di un cittadino a Dro: “I padroni dei cani facciano attenzione all'aiuola di fianco al municipio, secondo il veterinario potrebbe trattarsi di una pianta urticante o un insetto, ma non ha escluso l'azione della processionaria”. Il sindaco Claudio Mimiola intanto assicura: “Procederemo a tutte le verifiche del caso”.

 

L'avviso è arrivato da Paolo Fravezzi, cittadino che abita proprio nel centro del Comune dell'Alto Garda, che ha condiviso un post sui social riportando l'accaduto. “La prima volta è accaduto martedì scorso – racconta a Il Dolomiti –, stavo portando a passeggio i miei due cani, passando per il centro di Dro e davanti all'aiuola poco distante dal municipio”. A quel punto la femmina, Melody, si sarebbe avvicinata alla piante lì presenti, accusando al rientro a casa la presenza di bolle su tutto il corpo.

 

“Quando ho visto le condizioni del cane – continua Fravezzi – ho subito sospettato che potesse essere proprio l'aiuola l'origine del disturbo ma poi, ieri sera, in seguito allo stesso giro per il paese anche il maschio, Rocco, ha accusato l'identica problematica dopo essersi avvicinato all'area verde”. Le condizioni degli animali hanno addirittura richiesto le attenzioni mediche del veterinario, che ha prescritto una cura a base di cortisone.

 

“La cura ha funzionato immediatamente per Rocco – dice il padrone dei due Amstaff – ma la femmina è allergica al cortisone e quindi deve purtroppo seguire altre procedure più lunghe”. Come detto, secondo il veterinario “potrebbe trattarsi di una pianta urticante o di un insetto” ma “non è escluso che possa trattarsi della processionaria”. Se queste sono le conseguenze per un cane però, conclude Fravezzi: “Cosa succederebbe se al posto dei miei cuccioloni fosse stato colpito un bambino?”.

 

Come detto l'Amministrazione comunale si è già attivata ed il sindaco di Dro Claudio Mimiola ha assicurato che saranno effettuate in zona tutte le verifiche del caso.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 28 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 giugno - 06:01
I contagi sono in aumento anche in Trentino, nell'ultimo bollettino dell'Apss sono stati registrati oltre 500 casi di positivi in 24 ore. [...]
Cronaca
29 giugno - 20:24
David Dallago ha chiesto di essere ascoltato dalla Pm e questo potrebbe avvenire già entro questa settimana. Nei giorni scorsi, intanto, sono [...]
Cronaca
29 giugno - 20:08
Provincia e Apss intervengono sulla questione dopo i danneggiamenti di questa notte in Piazza Dante: “Il soggetto era già conosciuto e Apss era [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato