Contenuto sponsorizzato

Nelle farmacie trentine arriva il farmaco anti-covid, servirà la prescrizione del medico: ecco di cosa si tratta

I medici possono rilasciare le ricette del farmaco per il trattamento precoce della malattia, l'Aifa ha spiegato che “Il trattamento deve essere iniziato il più precocemente possibile, e comunque entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi”

Di Giuseppe Fin - 23 aprile 2022 - 09:24

TRENTO. “Indicato per il trattamento di pazienti adulti che non necessitano di ossigenoterapia supplementare e che sono ad elevato rischio di progressione a Covid-19 severa”. Il farmaco antivirale orale Paxlovid a partire da oggi potrà essere distribuito anche in Trentino dalle farmacie del territorio su prescrizione del medico di medicina generale.

 

Lo ha comunicato con una nota il 21 aprile l'Agenzia italiana del farmaco a seguito della pubblicazione della Determinazione Aifa (QUI IL DOCUMENTO) nella Gazzetta ufficiale del 20 aprile affidando poi alle Regioni il compito di organizzare un'efficace distribuzione del farmaco sul proprio territorio.

 

Sempre nella nota dell'Aifa, viene spiegato che “il trattamento deve essere iniziato il più precocemente possibile, e comunque entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi”. La prescrizione del farmaco richiede un’anamnesi farmacologica preventiva, per escludere la presenza di eventuali interazioni con farmaci assunti contemporaneamente dal paziente.

 

La prescrizione da parte del medico di medicina generale avverrà mediante la compilazione di un Piano terapeutico mirato a sostenere l’appropriatezza d’uso e a fornire strumenti utili alla verifica delle interazioni incompatibili con l’assunzione di Paxlovid.

 

Grazie ad un'azione coordinata tra l'Azienda provinciale per i servizi sanitari e la filiera distributiva locale, i pazienti potranno trovare il farmaco fornito dal Ministero della salute in ogni farmacia del Trentino, senza dover attendere i tempi di rifornimento della farmacia stessa.

 

In attesa che il sistema centrale sia pronto per gestire le ricette dematerializzate, la prescrizione del farmaco anti-covid avverrà in prima battuta in modalità cartacea, unico modo per renderlo immediatamente disponibile sul territorio trentino.

 

Il servizio è gratuito per il cittadino ma anche per il Servizio sanitario provinciale, grazie ad un'intesa nazionale che ha visto coinvolti numerosi soggetti istituzionali. La nuova modalità di accesso al farmaco sul territorio va ad aggiungersi alle precedenti, basate sulla prescrizione e distribuzione in ambito ospedaliero.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
30 giugno - 18:52
A partire dal 2023 sindaci, vicesindaci e assessori si vedranno aumentare le indennità per una cifra che va dal 18% al 46%. Ossanna: “Riteniamo [...]
Politica
30 giugno - 19:49
Futura e Sinistra Italiana chiedono le dimissioni del consigliere Lorenzo Prati che in aula aveva detto: “È facile fare il finocchio con il coso [...]
Cronaca
30 giugno - 19:25
L'incidente è avvenuto nella zona di Vermiglio lungo una strada forestale. Il mezzo è precipitato per svariati metri finendo contro un albero: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato