Contenuto sponsorizzato

Un ''Centro esperienze val di Non'' come punto di aggregazione, informazione e promozione turistica. Al via un concorso di progettazione: ''Sinergia e coesione''

Il Comune di Borgo d’Anaunia in collaborazione con l’Apt Val di Non promuove un concorso di progettazione per la valorizzazione del piano terra del Municipio attraverso la realizzazione di spazi per l’accoglienza turistica. Il sindaco: "Questo nuovo polo turistico sarà qualcosa di innovativo e porterà benefici e sviluppo per l’intera valle"

Pubblicato il - 24 May 2022 - 11:33

BORGO D'ANAUNIA. Un concorso di progettazione per la valorizzazione del piano terra del Municipio, l'idea è quella di creare un punto di informazione di accoglienza turistica "Centro esperienze val di Non". Questa la proposta del Comune di Borgo d'Anaunia in collaborazione con l'Azienda per il turismo val di Non.

 

Il concorso viene promosso con il duplice obiettivo di valorizzare il piano terra del Municipio e di razionalizzare gli spazi e le attività dedicate alla promozione, informazione e accoglienza turistica dell’Alta Val di Non. "Sono molto soddisfatto di questa collaborazione tra Apt e Comune di Borgo d’Anaunia. Il Centro esperienze Val di Non - commenta Lorenzo Paoli, presidente dell'Apt d'ambito - rappresenterà un importante punto di riferimento per il turismo valligiano e potrà creare ulteriore sinergia e coesione tra i vari attori. Questo progetto si inserisce quindi in una più ampia visione del futuro della valle in cui la capacità di “fare rete” risulterà fondamentale per raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siamo fissati per lo sviluppo turistico di questo territorio”. 

 

Una "casa" dei vari enti che si occupano di turismo in valle con la realizzazione di spazi per l’accoglienza e l’informazione dei turisti, per il ritrovo delle comitive che si recano a svolgere le varie attività proposte in loco, per il lavoro ordinario degli operatori (anche fuori stagione), per la riunione degli associati e per offrire servizi e opportunità agli abitanti più o meno temporanei della zona (Spazio Family, Laboratorio/Spazio mostre, Zona Smartworking, e così via).

 

Il concorso è articolato in due gradi. La scadenza per presentare le domande per il primo grado è per mezzogiorno del 24 giugno mentre il termine per depositare le proposte progettuali è per le 16 del 3 agosto (Qui testo integrale del bando).

 

Il primo grado, in forma anonima, è finalizzato a selezionare le 5 migliori proposte progettuali da ammettere al secondo grado. I progettisti ammessi al secondo grado approfondiranno la propria idea e una commissione qualificata determinerà il progetto vincitore. 

 

Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso avverranno esclusivamente per via telematica attraverso la piattaforma dedicata, dove sono disponibili tutte le informazioni relative all’iniziativa (Qui info).

 

Le linee guida per la progettazione, con la descrizione dettagliata dei contenuti e degli obiettivi da perseguire, si trovano nel Documento preliminare alla progettazione che è parte integrante del Bando. 

 

Il costo massimo dell'intervento da realizzare (quadro economico, comprensivo di importo dei lavori, costi di progettazione, direzione lavori, collaudi, costi per la sicurezza, spese del concorso e somme a disposizione della Stazione Appaltante) è fissato nell'importo di 381.752,40 euro Iva inclusa per la parte architettonica e di arredo a cui vanno aggiunti 134 mila euro Iva inclusa per gli impianti e l’illuminazione.

 

Possono partecipare al bando professionisti singoli e associati e società di progettazione in possesso dei requisiti di idoneità professionale ed economica così come previsto dalla Normativa provinciale in materia di Lavori pubblici e dal D.Lgs. 40/2004 (Codice dei Beni culturali) essendo il bene oggetto d’intervento sotto tutela storico-artistica: per questo motivo il capogruppo dovrà essere un architetto. 

 

"L'obiettivo di questo progetto è quello di creare un polo unico di informazione turistica - spiega Daniele Graziadei, sindaco di Borgo d'Anaunia - con la collaborazione di tutti gli enti che a Borgo d'Anaunia lavorano nel settore turistico. Si potrà così rivedere, ottimizzare ed efficientare la dislocazione degli spazi del primo piano del comune che saranno dedicati al turismo. L’intervento permetterà inoltre di rafforzare la collaborazione tra gli attori coinvolti e migliorare la comunicazione. Questo nuovo polo turistico sarà qualcosa di innovativo e porterà benefici e sviluppo per l’intera Val di Non".

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
26 giugno - 22:45
Dopo una mattinata dedicata alle celebrazioni di San Vigilio, l'evento clou della Disfida in piazza Fiera con la vittoria dei Gobj. [...]
Politica
26 giugno - 20:34
L'ex presidente della Pat: “Sulle Comunità di valle retromarcia definitiva, tutto resta come prima, in questi giorni altra retromarcia [...]
Società
26 giugno - 20:04
"Francesco e l'autismo" è una pagina nata a marzo scorso con l'intento di mostrare le attività quotidiane del bambino, dalle recite scolastiche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato