Contenuto sponsorizzato

Arriva la neve, apre dormitorio temporaneo (da 24 posti) in Clarina: “Accoglienza non compete al Comune, ma per evitare tragedie ognuno deve fare la sua parte”

Il centro aprirà domani (30 novembre) rimanendo in attività fino alla mattina del 6 dicembre: le future nuove aperture, dice il Comune, saranno decise a seconda delle previsioni meteo e delle temperature

Pubblicato il - 29 novembre 2023 - 18:27

TRENTO. “L'accoglienza non è competenza del Comune, ma per evitare tragedie ognuno deve provare a fare la propria parte”. Sono queste le parole del sindaco di Trento Franco Ianeselli nell'annunciare l'apertura, dalla giornata di domani (30 novembre), di un nuovo dormitorio temporaneo per 24 richiedenti protezione internazionale in Clarina (principalmente pakistani e magrebini arrivati via terra, percorrendo la rotta che attraversa i Balcani), nella sala polivalente della Circoscrizione dell'Oltrefersina.

 

La sala, allestita nella giornata di oggi, può ospitare fino a 24 persone inviate dallo Sportello unico provinciale per l'accoglienza dei senza dimora. “Come previsto dal piano emergenziale – dice il Comune – l'apertura è stata decisa dall'Amministrazione comunale, in considerazione delle previsioni meteo che prospettano un drastico abbassamento delle temperature (Qui Articolo)”. Il dormitorio sarà gestito dal Comitato di Trento della Croce rossa con il supporto dei volontari di alcune associazioni della Circoscrizione.

 

“Voglio ringraziare il presidente della Circoscrizione Oltrefersina Errico di Pippo, che ha messo a disposizione la sala da trasformare in dormitorio temporaneo – commenta il primo cittadino –. Grazie anche a tutti i servizi del Comune che si sono prodigati per l'allestimento in modi diversi e all'assessore al Welfare Alberto Pedrotti, che appena insediato ha iniziato a lavorare a questa apertura. Ringrazio infine la Croce rossa, che si è messa a disposizione per la gestione con grande entusiasmo”.

 

“Non è competenza comunale l’accoglienza dei senza dimora, però riteniamo che quando il meteo promette neve ognuno debba provare a fare la propria parte per dare un posto letto al caldo a quante più persone riusciamo e scongiurare possibili tragedie. Nel 2020 a Natale abbiamo aperto l’ostello, l’anno scorso le Bellesini, che tuttora ospitano persone senza dimora richiedenti protezione internazionale con la gestione del Centro Astalli. Quest’anno abbiamo aggiunto altri posti letto allestendo la sala della Clarina”. Le future nuove aperture saranno decise a seconda delle previsioni meteo e delle temperature.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 febbraio - 19:02
Le parole del vice-presidente della Comunità del Garda, Filippo Gavazzoni, mentre il Benaco raggiunge il livello di altezza idrometrica nel Garda [...]
Cronaca
28 febbraio - 20:18
Complicatissimo l'intervento dei vigili del fuoco di Madonna di Campiglio, considerato che la vettura si trovava su terreno innevato e in bilico [...]
Cronaca
28 febbraio - 19:19
Una buca di circa 40 centimetri di diametro si è aperta improvvisamente quest'oggi: la piccola rottura nell'asfalto è dovuta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato