Contenuto sponsorizzato

Ecco chi è l'orsa (con piccolo) che ha scacciato i due giovani sopra Roncone: non ha precedenti ''problematici'. La Pat: ''Ora il radiocollare e poi i provvedimenti del caso''

Le analisi genetiche eseguite dai laboratori della Fondazione Edmund Mach hanno consentito di stabilire l’identità dell’orsa accompagnata da un piccolo che, all’alba di domenica, ha inseguito due escursionisti nei boschi di Roncone

Pubblicato il - 02 agosto 2023 - 15:08

TRENTO. Niente da fare, l'orsa che ha scacciato due giovani che l'hanno trovata lungo il sentiero con piccolo al seguito e le hanno gridato contro per allontanarla non è un'orsa con ''precedenti'' problematici. Quindi per lei il presidente Fugatti non potrà agire con misure drastiche quali l'abbattimento o la cattura.

 

Le analisi genetiche eseguite dai laboratori della Fondazione Edmund Mach hanno consentito di stabilire l’identità dell’orsa accompagnata da un piccolo che, all’alba di domenica, ha inseguito due escursionisti nei boschi di Roncone.

 

Si tratta di F36, esemplare di 6 anni il cui codice identificativo compare nei monitoraggi del Corpo forestale trentino. Finora l'esemplare non aveva assunto comportamenti classificabili come problematici. Alla luce della reazione assunta dall’animale in occasione dell’incontro ravvicinato, configurabile come un falso attacco, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti ha stabilito la cattura per il radiocollaraggio.

 

''Alla luce degli ulteriori accertamenti previsti - specifica ancora una volta la Pat - potranno seguire i provvedimenti conseguenti, tra i quali anche quello di abbattimento. Intanto, proseguono le operazioni volte alla cattura dell’esemplare MJ5, che lo scorso marzo aveva aggredito una persona in Val di Rabbi: un’attività resa complessa dalla natura dell’animale che compie lunghi spostamenti in breve tempo''.

 

Dunque intanto si precederà alla cattura per metterle il radiocollare e poi riliberarla. F36, in realtà, il radiocollare già l'aveva avuto. Il rapporto grandi carnivori specifica che il 12 settembre 2019 ''a malga Rosa è stata catturata F36 (giovane femmina di 2,5 anni). Anche in questo caso l’animale, al quale è stato tolto il radiocollare, è stato liberato subito senza anestesia, in quanto il collare si è staccato autonomamente all’interno della trappola a tubo; il sistema di drop off ha infatti funzionato una volta sollecitato a distanza ravvicinata. In questo caso l’attività di cattura ha impegnato la squadra per 59 giornate trappola (2/3 trappole attive contemporaneamente h24)''.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 febbraio - 13:20
A partire dalla serata di oggi (giovedì 22 febbraio) un'ondata di instabilità interesserà per diversi giorni il territorio portando pioggia in [...]
Cronaca
22 febbraio - 12:15
L'Organizzazione internazionale protezione animali interviene sulla vicenda di Albert Stockner, il 73enne altoatesino morto negli scorsi giorni nei [...]
Cronaca
22 febbraio - 13:00
La tragedia è avvenuta ad Ora. A scoprire il corpo del 27enne il datore di lavoro 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato