Contenuto sponsorizzato

Frutta secca, per i più piccoli rischio di soffocamento. L'Azienda sanitaria: "Limitare questo genere di alimenti e comunque tenerli fuori dalla portata dei bambini"

Sotto ai cinque anni di età, non è ancora completo lo sviluppo dentale e soprattutto la mancanza dei molari, può avere come conseguenza che alcuni alimenti come appunto, noci, mandorle, arachidi non vengano sminuzzati a sufficienza 

Di GF - 03 dicembre 2023 - 19:00

BOLZANO. Il rischio dell’ingestione involontaria di frutta secca aumenta durante il periodo natalizio. Un rischio che può riguardare in particolare i bambini  sul quale l'Azienda sanitaria di Bolzano ha deciso di richiamare l'attenzione.

 

Ogni anno, in questo periodo natalizio, abbondano nelle nostre case golosità di ogni genere e tra queste, per tradizione non può mancare la frutta secca. Noci, noccioline e in generale tutta la frutta con guscio può essere molto pericolosa e se inalata inavvertitamente, specie dai bambini, può portare anche a gravi conseguenze.

 

Sotto ai cinque anni di età, non è ancora completo lo sviluppo dentale e soprattutto la mancanza dei molari, può avere come conseguenza che alcuni alimenti come appunto, noci, mandorle, arachidi non vengano sminuzzati a sufficienza.

 

Questo, unito all’incontenibile vivacità dei bambini aumenta il rischio che alcune parti di cibo, invece di essere deglutite normalmente, entrino nelle vie respiratorie e possano in qualche caso ostruirle e provocare un rischio di soffocamento anche acuto.

 

Questo rischio può essere provocato non solo dal cibo, ma anche da piccoli oggetti quali parti di giocattoli o altro che i bambini nella loro innata e ancora avventata curiosità trovano e portano alla bocca. Esiste un pericolo particolare quando le arachidi vengono inalate, poiché le loro sostanze causano irritazione e infiammazione della mucosa bronchiale.

 

Il personale medico dell’Azienda sanitaria consiglia pertanto di limitare questo genere di alimenti e comunque di tenerli fuori dalla portata dei bambini in modo che non possano ingerirli senza controllo. Dovesse succedere, è necessario consultare immediatamente un medico.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 marzo - 09:50
Sul posto anche i vigili del fuoco e le forze dell'ordine oltre al personale tecnico dell'Autostrada. E' successo al chilometro 183 in [...]
Cronaca
05 marzo - 09:24
A finire davanti al giudice sono padre e figlio, il primo per violenza privata e lesioni mentre il secondo per violenza sessuale
Politica
05 marzo - 05:01
Il ddl orsi è stato approvato dal Consiglio provinciale di Trento dopo una lunghissima discussione in Aula. All'esterno del palazzo le proteste [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato