Contenuto sponsorizzato

Maltempo, scatta l'allerta gialla in Trentino: “Entro le prime ore di domani attese cumulate fino a 60 millimetri”

L'avviso della Protezione civile: l'allerta sarà attiva dalle 16 di oggi (mercoledì 15 maggio) alle 24 di domani, giovedì 16 maggio su tutto il territorio provinciale. Ecco i dettagli

Di F.S. - 15 maggio 2024 - 15:41

TRENTO. Maltempo, la Protezione civile del Trentino ha emesso un avviso di allerta ordinaria (gialla) per temporali e possibili rischi idrogeologici. A comunicare l'allerta, valida dalle 16 di oggi (15 maggio) alle 24 di domani (giovedì 16 maggio) su tutto il territorio provinciale, è la Pat, che invita la popolazione a “porre massima attenzione alle condizioni dei luoghi da percorrere, anche con automezzi e veicoli; evitare di immettersi in aree che presentino condizioni anomale o di pericolo; evitare di avvicinarsi ai corsi d’acqua, alle piste ciclabili prossime ai corsi d’acqua, a zone depresse (ad esempio: conche e sottopassi), alle rampe ed ai versanti che possono subire smottamenti”.

 

Le previsioni meteorologiche

 

Umidi flussi meridionali interesseranno anche la nostra regione fino alla sera di giovedì. Oggi, mercoledì 15 maggio 2024, sono attese precipitazioni diffuse localmente intense specie sui settori sudorientali ed in serata quando potranno assumere carattere di rovescio temporalesco. Entro le prime ore di domani, giovedì 16 maggio 2024, sono attese precipitazioni cumulate medie di 30 - 60 millimetri con massimi localmente superiori a 100 millimetri. Giovedì 16 maggio 2024 è prevista una temporanea attenuazione o esaurimento delle precipitazioni in mattinata, ma con sviluppo di rovesci e temporali localmente intensi al pomeriggio sera. Gli accumuli di giovedì, 16 maggio 2024, a causa della prevalente natura convettiva delle precipitazioni attese, sono previsti molto disomogenei ma, localmente, potranno registrarsi accumuli superiori a 40 millimetri.

 

Si ritengono possibili, a partire dal pomeriggio di oggi, mercoledì 15 maggio 2024, criticità dovute principalmente a erosioni e smottamenti nel reticolo idrografico, ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale, allagamenti, esondazioni, frane e colate rapide. Tali criticità possono inoltre causare disagi ed effetti (anche interruzioni) sulla viabilità e sulla circolazione ferroviaria, nonché sulle reti, anche aeree, di comunicazione e di distribuzione di servizi.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
altra montagna
23 maggio - 06:00
Con il Bollettino Ufficiale della Regione Veneto, n°65 del 21/05/2024, è stato ufficializzata la bozza d'accordo per l'utilizzo dei Fondi di [...]
Cronaca
23 maggio - 12:10
I finanzieri hanno effettuato una perquisizione nell'abitazione del 43enne, dove è stata trovata una piantagione 'fai da te' di cannabis composta [...]
Politica
23 maggio - 11:50
Gli attivisti hanno mostrato il messaggio "Il clima cambia, la politica no" e hanno indossato la t-shirt con "Parole, parole, parole" per rimarcare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato