Contenuto sponsorizzato

Matrix, Scaletta e Dejavù: divieto di alcolici dopo le 23 e obbligo di addetti al controllo. Pugno duro del Comune nella zona di via Santa Maria Maddalena

Il sindaco di Trento Franco Ianeselli ha firmato un'ordinanza necessaria "per tutelare il diritto al riposo dei residenti e migliorare la vivibilità urbana dell'area"

Di F.Os. - 12 aprile 2024 - 13:18

TRENTO. Tutelare il diritto al riposo dei residenti e migliorare la vivibilità urbana dell'area. Queste le motivazioni che hanno spinto il sindaco di Trento Franco Ianeselli a firmare un'ordinanza che obbliga i locali pubblici “Kafè Matrix”, “La Scaletta” e “Dejavù”, ubicati nella zona di via Santa Maria Maddalena, ad osservare alcune disposizioni.

 

A partire da domani, 13 aprile, i titolari dei tre locali non potranno infatti somministrare né vendere per asporto bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, tutti i giorni dalle 23 alle 7.

 

Inoltre avranno l'obbligo – nelle giornate di mercoledì, venerdì e sabato – di impiegare non meno di un addetto ai servizi di controllo, per ogni pubblico esercizio, dalle 22 fino all'orario di chiusura e anche oltre, per il tempo necessario ad evitare lo stazionamento degli avventori nei pressi del locale.

 

“Il grande afflusso di persone favorito dal clima meno rigido delle ultime settimane - spiega l'amministrazione comunale - ha avuto come effetto l'incremento del rumore, verificato anche nel corso dei numerosi passaggi della polizia locale, con la conseguente compromissione del diritto al riposo dei residenti”.

 

A giungere all'amministrazione, da parte del comitato antidegrado cittadino, anche numerose segnalazioni di episodi di “malamovida”.

 

Da qui la decisione di procedere con l’ordinanza - che sarà valida in via Santa Maria Maddalena, vicolo Santa Maria Maddalena, via Ferruccio, vicolo San Marco e vicolo San Pietro - “in modo da migliorare la vivibilità urbana dell’area”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
18 maggio - 06:01
L'arco dolomitico soffre sempre di più di overtourism. La direttrice della Fondazione Dolomiti Unesco, Mara Nemela: "Il problema talvolta è la [...]
Cronaca
17 maggio - 20:36
Dalle parole e gli insulti la situazione è degenerata rapidamente quando la ragazza del più giovane avrebbe estratto il telefono per filmare [...]
Montagna
17 maggio - 17:04
L'obiettivo è ambizioso: conquistare e assegnare un nome a due vette inesplorate (superiori a 5.000 metri di altezza) della Cordillera Real in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato