Contenuto sponsorizzato

Alleva 'capre felici' ed ora vuole aiutare i giovani migranti a rifarsi una vita. La storia di Agitu, la ragazza etiope che vive in Trentino

Al Festival di Internazionale di Ferrara una sala piena di giovani ha ascoltato la storia di Agitu Idea Gudeta. Arrivata in Trentino nel 2010 ha iniziato ad allevare capre e oggi produce formaggi con la sua azienda "La capra felice". Tra i nuovi progetti l'impegno per la post accoglienza dei migranti

Di G.Fin - 03 ottobre 2017 - 07:18

TRENTO. E' arrivata a Trento nel 2010 dopo essere scappata dalle violenze e dagli scontri in Etiopia e dopo aver ricevuto diverse minacce dal governo. Agitu Idea Gudeta, 39 anni, ha lavorato prima in un bar per poi darsi all'allevamento delle capre. Quindici all'inizio e ben centotrenta oggi in Val dei Mocheni dove ha la sua azienda di formaggi.

 

Una storia unica che ha fatto breccia anche al Festival di Internazionale che si è tenuto a Ferrara nell'ultimo weekend e che ha visto Agitu protagonista di un incontro che ha attirato talmente tanti giovani da far rimanere sbalorditi anche gli organizzatori.

Ed è proprio da questo palco che Agitu Idea Gudeta ha voluto raccontare i suoi prossimi progetti. Dopo essere riuscita a dare un nuovo inizio alla propria vita con le capre e la vendita di formaggi, ora il suo prossimo obiettivo è quello che aiutare i giovani migranti usciti dai progetti di accoglienza e che si trovano abbandonati al proprio destino. Come? Facendoli collaborare per recuperare i tanti terreni incolti sparsi nelle montagne.

 

Prima di conoscere altri dettagli di questo nuovo progetto occorre però fare qualche passo indietro.

 

“Da diverso tempo la situazione in Etiopia non è delle migliori” ha raccontato Agitu durante l'incontro a Ferrara . “E' un Paese che vive soprattutto di agricoltura e ci sono grosse difficoltà di comunicazione tra i cittadini e il governo retto da un partito dal 1991”.

 

Il problema principale è quello del landgrabbing e cioè gli espropri forzati dei terreni agricoli dei contadini per essere poi dati in mano alle multinazionali per l’impianto di grosse coltivazioni a monocolture per prodotti destinati all’esportazione. Ed è proprio qui che Agitu, assieme ad un altro gruppo di giovani, iniziò la propria lotta per denunciare l’illegalità degli espropri. Una battaglia che l'ha portata a ricevere minacce e intimidazioni tanto da costringerla a prendere la decisione di scappare dalla propria terra. Da qui l'arrivo in Trentino e la nuova avventura con le sue capre pezzate di razza Mochena.

 

“Posso dire di essere stata fortunata – spiega Agitu – perchè ero già stata in Trentino a studiare sociologia e quando sono arrivata nel 2010, alcuni amici mi hanno dato ospitalità. Qui ho visto moltissimi terreni in montagna abbandonati e allora ho iniziato a scrivere un progetto per il loro recupero. Questo mi ha permesso di iniziare ad allevare le capre. All'inizio le persone che vivevano nelle zone montane non avevano mai visto una ragazza di colore e c'era molta diffidenza ma un po' alla volta sono riuscita a conquistare la fiducia di tutti”.

Dal 2010 ad oggi di passi in avanti Agitu Idea Gudeta ne ha fatti tantissimi. Dalla costituzione dell’azienda biologica che produce formaggi e yogurt “La capra felice” a numerosi riconoscimenti arrivati anche da fuori regione. Ad aiutarla ora è anche un giovane migrante di 21 anni proveniente dal Ghana, in possesso del permesso di soggiorno e da qualche tempo uscito dal progetto di accoglienza. “Ho incrociato casualmente la storia di questo ragazzo – racconta Agitu – quando ha terminato il progetto di accoglienza e si trovava fuori senza aver nulla da fare. Non aveva diritto a niente e si trovava da solo. I vari tirocini che aveva fatto sono tutti finiti male a causa dei suoi problemi anche di memoria. Non poteva rimare così e allora l'ho chiamato con me”.

 

Il giovane ancora oggi lavora presso “La capra felice” e si impegna ogni giorno nel pascolo con le capre. “E' felice  – continua Agitu – e anche i suoi problemi di memoria sono migliorati. Si ricorda addirittura il nome delle capre che non sono poche. Da qui ho capito che bisognava far qualcosa e ho intenzione di impegnarmi nella post accoglienza”. Il lavoro da fare non è poco ma dopo l'allevamento delle capre e la produzione di formaggio ora Agitu Idea Gudeta non ha alcun timore nel buttarsi a capofitto in questo nuovo progetto. “Ci sono tantissimi terreni che non vengono coltivati in queste montagne trentine – ci spiega – e possono diventare un'occasione importante sia per i giovani migranti ma anche i ragazzi italiani che stanno cercando un lavoro. Potrebbero mettersi assieme, creare delle piccole cooperative dove tutti offrono le proprie capacità, dalla forza fisica alla propensione per il marketing. E' un progetto che voglio portare avanti e mi sono già messa la lavoro”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 luglio - 19:16

Gli obiettivi sono organizzati in sette aree strategiche, che hanno l’ambizione di voler alimentare un confronto permanente tra tutti i protagonisti della vita collettiva: la politica, le istituzioni, le espressioni più rappresentative della cultura, della società, dell’economia, del territorio, della cittadinanza delle aree urbane e delle valli 

19 luglio - 16:57

La diga e il lago di Santa Giustina, oltre a produrre energia elettrica, saranno al centro del progetto di valorizzazione turistica che porterà alla realizzazione di una skywalk. Gli interventi avranno un costo di circa 1,80 milioni di euro e saranno sostenuti da Dolomiti Edison Energy, società titolare della concessione della centrale idroelettrica

19 luglio - 18:26

Vittorio Feltri, direttore editoriale di Libero, senza freni quest'oggi a La Zanzara su Radio 24. A tener banco e ancora M49-Papillon l'orso Trentino catturato e poi fuggito dal Casteller ad inizio settimana

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato