Contenuto sponsorizzato

Arrestato per furto a Madonna di Campiglio il "pendolare del crimine". Da luglio è entrato e uscito dall'Italia ben 28 volte

L'uomo era riuscito a costruirsi un particolare marchingegno per riuscire a “schermare” la merce e poterla asportare senza che il sistema antitaccheggio dei negozi suonasse

Pubblicato il - 03 febbraio 2017 - 13:03

MADONNA DI CAMPIGLIO. E' stato definito un “pendolare del criminel'uomo di 36 anni che è stato fermato nella giornata di ieri  per furto dai Carabinieri della Stazione di Madonna di Campiglio, dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Riva del Garda.

 

Gli agenti hanno proceduto al controllo di un soggetto che si aggirava per le vie del paese, dopo aver avuto una segnalazione telefonica della titolare di un negozio del centro in cui veniva descritto l’autore di un furto.

 

La pattuglia ha sorpreso il soggetto poco distante dal luogo del furto, ma addosso non aveva nulla di sospetto, quindi i militari si sono messi alla caccia della sua vettura che è stata trovata nella piazza Brenta con all’interno alcuni capi di abbigliamento, tra cui quello appena sottratto, per un valore di quasi 1.000 euro.

 

Insieme alla refurtiva sono stati trovati dei congegni elettronici e meccanici per rendere inefficienti i sistemi antitaccheggio. Con un sistema artigianale, ma sofisticato, il ladro azionava il congegno elettronico collegato al borsello, in modo da “schermare” la merce e poterla asportare senza che il sistema antitaccheggio suonasse, per poi, una volta fuori dal negozio, poter staccare le placche.

 

Dall'esame del passaporto dell'auto del furto sono emersi ben 28 accessi in Italia dal mese di luglio 2016 ad oggi con ingressi ed uscite dallo territorio italiano a distanza di pochi giorni e dalle Banche Dati delle Forze di Polizia è risultato essere uno specialista di furti di questo genere, affezionato anche alle località della nostra regione, essendo già stato arrestato e denunciato a Selva di Val Gardena nel 2014.

 

L’attività investigativa è stata completata dalla visione delle immagini del circuito di videosorveglianza del negozio che hanno ripreso per le quali è stato possibile attribuire al medesimo soggetto anche un ulteriore furto avvenuto sempre presso il medesimo negozio il 5 gennaio scorso in cui furono asportati altri capi di abbigliamento per un valore di 1280 euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

30 settembre - 10:39

E' successo nella zona di Romeno e sul posto si sono portati i vigili del fuoco, un'ambulanza e i carabinieri per i rilievi. Fortunatamente il motociclista non ha riportato gravi ferite

30 settembre - 10:00

L'amministrazione comunale ,in una nota, ha ricordato che la temperatura massima interna della casa prevista dalla legge è di 20 gradi centigradi: temperature più basse peggiorano il comfort mentre a ogni grado in più di temperatura interna dell’aria corrisponde, ovviamente, un maggior consumo di combustibile

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato