Contenuto sponsorizzato

Carabinieri e Nas in azione in centro: identificate 40 persone

Altri controlli fra Santa Maria e i parchi cittadini dopo le operazioni dei giorni scorsi. 20 grammi di marijuana sequestrati, 40 persone identificate, 6 esercizi commerciali sanzionate e 10 perquisizioni

Pubblicato il - 07 ottobre 2016 - 19:32

TRENTO. Si intensificano i controlli delle forze dell'ordine e la strategia di prevenzione della criminalità a Trento. I Carabinieri hanno infatti portato a termine un'operazione di controllo mirato nel centro storico diviso in due fasi identificando 40 persone, sanzionando 6 esercizi commerciali nell'area delle tre piazze cittadine per concludere con 10 perquisizioni. Questa attività si svolge dopo le operazioni di lunedì 3 e mercoledì 5 ottobre.

 

In un primo momento l'attenzione dei militari si è concentrata nell'area di Santa Maria Maggiore, dove sono stati effettuati controlli nei locali pubblici. L'attività, che ha visto impegnati anche i carabinieri del Nas, ha permesso di rilevare contravvenzioni in alcuni esercizi commerciali di vendita alimentari per irregolarità amministrativa e con alimenti scaduti posti in libera vendita.

 

La seconda fase dell'operazione si è concentrata sui parchi cittadini: il parco Santa Chiara, il parco Predaia e piazza Dante. Con l'ausilio del nucleo cinofilo di Laives, i carabinieri hanno recuperato, nascosti tra i cespugli, circa 20 grammi di marijuana pronti allo spaccio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato