Contenuto sponsorizzato

"Con impegno, disponibilità, preparazione e grande cuore", il Soccorso Alpino Trentino raggiunge l'hotel Rigopiano

Il bilancio, dopo la valanga che ha cancellato l'hotel, è di 11 persone sopravvissute, 6 morti e 24 dispersi. Le ricerche in condizioni difficili e al limite proseguono 24 ore su 24 senza sosta. Il Soccorso Alpino: "La grande speranza di ritrovare ancora le persone in vita spinge tutti ad operare con la massima energia e determinazione per salvare coloro che sono in difficoltà".

 

Di Luca Andreazza - 22 January 2017 - 18:47

TRENTO. Le ricerche all'hotel Rigopiano proseguono ininterrottamente alla ricerca dei 24 dispersi. La speranza di trovare altre persone sopravvissute alla slavina che ha travolto la struttura animano i soccorritori già sul campo, ai quali si aggiungeranno nelle prossime ore l'irriducibile e prezioso lavoro degli uomini del Soccorso Alpino del Servizio provinciale Trentino. La squadra è composta da 16 tecnici 


"Con impegno, disponibilità, preparazione e grande cuore - si legge nella loro nota su Facebook - gli uomini del Soccorso Alpino del Servizio provinciale Trentino sono partiti oggi alla volta di Penne (Pescara) per dare il proprio supporto nelle difficili operazioni di ricerca e soccorso all’Hotel Rigopiano travolto da una valanga che ha intrappolato gli ospiti presenti e dove ancora oggi risultano disperse molte persone. La grande speranza di ritrovare ancora le persone in vita spinge tutti ad operare con la massima energia e determinazione per salvare coloro che sono in difficoltà".

 

Domani, invece, ci sarà un avvicendamento degli uomini che sono partiti fra mercoledì e giovedì scorso. In particolare rientreranno i Vigili del Fuoco delle Valli di Non e Sole e partiranno una decina di uomini del Distretto della Vallagarina.

 

Non si esclude, secondo gli sviluppi della situazione di emergenza in Centro Italia, l’invio di altre squadre del Soccorso Alpino - Servizio Provinciale Trentino. Il presidente Adriano Alimonta, in continuo collegamento con il Centro di Coordinamento della Protezione Civile allestito a Penne, nonché in stretta collaborazione con la Direzione Nazionale del Soccorso Alpino e il Dirigente Generale della Protezione Civile della Provincia di Trento, ha rivolto un ringraziamento ai numerosi Soci che si sono resi disponibili a partecipare alla missione di aiuto e soccorso alla popolazione dell’Abruzzo e ha salutato con raccomandazioni i colleghi soccorritori che saranno direttamente impegnati nell’intervento.

 

Il bilancio è di 11 persone sopravvissute, 6 morti e 24 dispersi, mentre le ricerche in condizioni difficili e al limite proseguono 24 ore su 24 senza sosta. A quattro giorni emergono i dettagli della dinamica degli eventi culminata con la slavina che ha cancellato l'hotel. I dati diffusi dai carabinieri del servizio Meteomont parlano di una valanga da 120 mila tonnellate, paragonabile a 4 mila tir carichi, che si è abbattuta sul resort ai piedi del Gran Sasso alla velocità di oltre 100 chilometri orari.  


Contenuto sponsorizzato
Edizione del 30 settembre 2022
Telegiornale
30 Sep 2022 - ore 22:49
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 ottobre - 10:02
I tiratori scelti tirolesi provenienti da tutto l'Alto Adige sono sfilati per le vie del centro storico per arrivare in piazza del Municipio, con [...]
Cronaca
02 ottobre - 08:36
Ingranata la retro, per non andare incontro al posto di blocco in piazza Dante, il guidatore ha urtato e messo fuori uso un’altra auto per poi [...]
Cronaca
02 ottobre - 09:58
Il giovane, in stato di evidente alterazione, è stato bloccato e arrestato, salvo rischiare il linciaggio da parte di una piccola folla che si era [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato