Contenuto sponsorizzato

Ecco il CalendEsercito 2017

Nei dodici mesi sono infatti messe a confronto, una per ogni mese, le innovazioni che hanno visto un impiego, a volte iniziale a volte in forma implementata, nel periodo ‘15-’18 e le loro applicazioni nella società contemporanea.

Di gf - 31 dicembre 2016 - 18:20

TRENTO. “Innovazioni della Grande Guerra”, questo il titolo del CalendEsercito 2017,  presentato presso la Caserma “Pizzolato" di Trento, dedicato alle innovazioni tecnologiche che, nate nel periodo bellico, si sono poi diffuse e sono divenute patrimonio della società mondiale.

 

Nei dodici mesi sono infatti messe a confronto, una per ogni mese, le innovazioni che hanno visto un impiego, a volte iniziale a volte in forma implementata, nel periodo ‘15-’18 e le loro applicazioni nella società contemporanea. Un esempio sono le teleferiche della Grande Guerra realizzate dai reggimenti genio e le attuali teleferiche o seggiovie per turisti e sciatori o anche l’orologio da polso che sostituì, nel periodo bellico, l’allora popolare “cipolla”.

 

In ogni pagina sono inserite delle curiosità riguardanti eventi, fatti o situazioni dell’innovazione in argomento. La particolarità “tecnologica” del calendario è la presenza su ogni mese di un QR code collegato a pagine di approfondimento (in diverse modalità: fotografico, musicale, video, documentale) disponibili sul sito internet di Forza Armata e relative agli argomenti trattati.


“Il calendario 2017 – ha spiegato il vice Comandante per il Territorio delle Truppe Alpine Generale di Divisione Massimo Panizzi - non è solo dedicato alla grande Guerra e quindi in sistema con le commemorazioni per il centenario, ma rappresenta innanzitutto un  tributo all’intelligenza umana e alla scienza, fondamentali elementi che contraddistinguono da sempre l’uomo."  

 

Alla presentazione hanno preso parte le principali Autorità locali, le delegazioni delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma e rappresenti del mondo dell’imprenditoria e personale del 2° reggimento Genio Guastatori Alpino di Trento.

 

Il Tenente Giovanni Contini del 2° reggimento Genio, ha infine raccontato l’esperienza del montaggio del Ponte a Bangui in Centrafrica durante la recente missione “Euforcar-Bottego”, quale modello evoluto dei primi “ponti istantanei” introdotti proprio nel primo conflitto mondiale, a cui è appunto dedicata la pagina di giugno del CalendEsercito 2017.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato