Contenuto sponsorizzato

Folgaria, attacco al vicesindaco: "Parcheggia contromano". Ma la foto risale almeno al 2015. Gelmi: "Ho querelato l'autore"

A inizio anno è apparsa la foto su Facebook. Il vicesindaco di Folgaria ha replicato in "stile" Settimana Enigmistica e ha sporto querela per diffamazione: "Clima pesante. Chi fa certe cose vuole creare sfiducia e fa male a tutta la comunità"

Di Luca Andreazza - 12 febbraio 2017 - 18:01

FOLGARIA. Adesso la palla passa ai carabinieri e agli organi inquirenti. Saranno loro ad accertare se c'è stata diffamazione dopo la querela che è stata avanzata negli scorsi giorni dal vicesindaco di Folgaria. Quel che è indiscutibile è l'attacco teso a screditare il braccio destro del primo cittadino, Arcadio Gelmi. Tutto è cominciato circa un mese fa (era il 5 gennaio) quando tramite i social network un cittadino della zona ha postato sulla sua pagina Facebook una foto che ritraeva l'auto del vicesindaco parcheggiata in via Colpi a Folgaria. Il post recitava: "Prosegue anche nel 2017 la campagna #parcheggiodelbuonesempio# del Suv del Vicesindaco di Folgaria".

E la foto, apparentemente, ritraeva l'auto parcheggiata in quella che oggi è una strada a senso unico, quindi contromano, e in divieto di sosta. Insomma il cittadino lanciava un bel sassone nello stagno delle polemiche. Un po' come era accaduto a Roma per l'ormai tristemente nota Panda rossa di Ignazio Marino fotografata parcheggiata in divieto di sosta, in zona Ztl con pass scaduto. E quindi apriti cielo. Scandalo. Abuso di potere. Il solito politico che se ne frega delle regole, alla faccia del cittadino che le deve rispettare. "Se così fosse sarebbe molto grave", ha commentato su Facebook il vicesindaco di Folgaria, aggiungendo: "Infatti non lo è, perché si tratta di una foto che non si riferisce alla data del 5 gennaio 2017".

 
"Per facilità di interpretazione a sinistra riporto la foto pubblicata il 5 gennaio, mentre a destra quella scattata la mattina del 6 gennaio - ha spiegato nel suo contro post Gelmi -. Sono state scattate nello stesso periodo o si differenziano in qualche particolare? Come il più noto gioco della Settimana Enigmistica 'aguzzate la vista', vedere foto con evidenziate le differenze nei cerchi rossi". Insomma la foto, come documentato nelle immagini, è stata in realtà scattata prima dell'estate 2015. Mancano, infatti, tutti i cartelli di segnaletica che hanno istituito il senso unico a salire e la stessa possibilità di sosta davanti al supermercato Targher è stata vietata dalla nuova amministrazione. Salta agli occhi, poi, che mancano le luminarie natalizie, gli addobbi e anche la luce è completamente diversa.

 

"Questa è la malafede, la cattiveria, l'insana voglia di denigrare e disprezzare con ogni mezzo, anche attraverso le menzogne e le falsità, chi viene ritenuto un avversario politico - ha scritto il vicesindaco su Facebook -. Valutata la ripercussione negativa sull'immagine della mia carica pubblica, che ha prodotto la pubblicazione e i commenti di apprezzamento che sono seguiti mi sono sentito costretto a sporgere denuncia di querela per diffamazione nei confronti dell'autore e di altri eventuali responsabili".

 

Ma non è tutto. Nell'immagine originale appare in bella vista la targa dell'auto. "Nella denuncia ho specificato che sono seriamente preoccupato per il clima di intimidazione che si continua a respirare in paese - conclude Gelmi -. E sono preoccupato delle attenzioni che mi riserva il cittadino in questione. Ovviamente mettere in bella vista la mia targa è un modo per accendere i riflettori sulla mia auto e sulla mia persona. E', quindi, un attacco diretto anche alla mia privacy. Ciò nonostante andiamo avanti nella speranza che certi episodi terminino il prima possibile. Chi agisce in questo modo fa male a tutti, crea sfiducia e fa male alla comunità che, invece, mai come in questo periodo storico deve cercare di rimanere compatta".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 15:43

Dopo la presa di posizione del Patt provinciale la coalizione che sostiene Malfer perde pezzi: “La storia personale e sensibilità politica di una buona parte delle persone del gruppo non acconsente al tentativo di trovare un accordo programmatico con tutto il Centrodestra”. La firmataria dell’apparentamento Bazzanella: “A volte le scelte non sono semplici”

26 settembre - 16:34

Il bambino positivo frequenta la scuola elementare Pestalozzi di Bolzano. Venerdì 25 settembre, invece, è stato individuato un focolaio nella scuola superiore Gandhi di Merano che rimarrà chiusa in via precauzionale per le prossime due settimane

26 settembre - 12:03

Lo schianto è stato violentissimo, è successo a Cogolo del Cengio. L'amico che si trovava in auto assieme è stato trasportato in gravissime condizioni in ospedale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato