Contenuto sponsorizzato

Fuga di gas in centro a Trento. Vigili del fuoco al lavoro

L'allarme lanciato dagli inquilini di un palazzo vicino a piazza Garzetti

Pubblicato il - 10 ottobre 2016 - 16:01

TRENTO. Un forte odore di gas ha allarmato gli inquilini di un palazzo della II Androna di Borgo Nuovo, la strada che collega piazza Garzetti a via Mazzini. "Da giorni c'era un odore di gas nell'aria - afferma la proprietaria di uno degli appartamenti - mo oggi era impossibile fermarsi sulle scale, l'odore era troppo forte e ci siamo preoccupati". 

 

I Vigili del fuoco sono immediatamente accorsi, escludendo subito il pericolo imminente. Le rilevazioni non hanno evidenziato una concentrazione che potesse indicare la possibilità di uno scoppio. Stanno comunque verificando dove sia la sorgente della fuga, setacciando tutta la rete del palazzo. "Non si riesce a capire da dove arrivi questo odore di gas - spiega l'inquilina - per precauzione i vigili hanno fatto aprire tutte le finestre, anche quelle della soffitta visto che il gas si sta concentrando nella tromba delle scale. 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 aprile - 19:42

Le vittime sono 10 donne e 7 uomini. C'è un caso che preoccupa, un minore del Primiero del 2015 ricoverato a Belluno. Sono 296 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 47 in ventilazione semi-invasiva e 80 in ventilazione invasiva. Sono invece 9 i guariti e 237 i guariti clinicamente

03 aprile - 19:52

L’osservatorio mercato del lavoro della Ripartizione provinciale altoatesina ha pubblicato i primi dati consolidati sull’andamento del mercato del lavoro per il mese di marzo 2020. Ad avere risentito maggiormente delle misure di contenimento è stato il settore turistico, che ha dovuto bloccare tutti i servizi dedicati all'alloggio e ristorazione

03 aprile - 15:09

Dopo il video che mostra una persona ammainare la bandiera dell’Ue i consiglieri di Futura prendono le distanze da Fugatti e stigmatizzano il linguaggio antieuropeista “un gesto che non ci rappresenta”. Ghezzi e Coppola attaccano anche sulla gestione dell'emergenza: “Il Trentino sconta anche gli errori dei responsabili politici che nella prima fase hanno sottovalutato il problema”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato