Contenuto sponsorizzato

Giro di droga nelle scuole, 12 minorenni indagati, 50 segnalati. Tra loro anche un 15enne. Hashish, cocaina, eroina, MDMA consumati a ricreazione

L'operazione ha coinvolto gli istituti scolastici della Val di Non e della Val di Sole. Fondamentale l'aiuto di presidi e insegnanti. 

Pubblicato il - 24 May 2017 - 11:59

CLES. Gestivano un giro di droga nella valle del Noce, rifornivano i coetanei e confezionavano la sostanza pronta all'uso. Soprattutto hashish ma anche eroina, cocaina, MDMA. Gli avvisi di garanzia di conclusione delle indagini preliminari hanno raggiunto 12 minorenni della zona.

 

Si tratta di studenti degli istituti superiori e di formazione professionale della valle, che costituivano il punto di riferimento per i compagni di scuola intenzionati a procurarsi droga. Droga che veniva smerciata e assunta anche durante durante la ricreazione.

 

Durante le indagini sono stati sentiti molti dei ragazzi consumatori, e le utenze degli indagati sono state intercettate su ordine della Procura della Repubblica. Si è così scoperto che un ragazzo ed una ragazza erano i principali protagonisti dell’illecita attività, diciassettenni residenti rispettivamente in Val di Non ed in Val di Sole, a loro volta assuntori regolari di droghe.


Attorno ad essi si muovevano una decina di coetanei, consumatori che consapevolmente, al fine cioè di raggranellare qualche euro da reinvestire nello stesso mercato, si erano messi a gestire quello che gli investigatori definiscono "uno spaccio in piccolo”, ma sufficiente a costituire una buona rete: sono infatti 48 i minori segnalati al Commissariato del Governo, il più giovane ha soltanto 15 anni.

 

Gli investigatori hanno comprovato oltre 300 cessioni e sequestrato, a riscontro di alcune di esse, 170 grammi di cannabis, 20 di cocaina, 4 di ecstasy e 5 di eroina. Nelle mani degli investigatori sono anche finite numerose bilance di precisione e quantitativi delle più comuni “sostanze da taglio”.


Primi segnali di un giro di spaccio tra la popolazione studentesca della zona erano stati, nei momenti immediatamente precedenti l’ingresso in aula, il sequestro di piccole quantità di hashish a studenti. In più di una occasione, poi, i Carabinieri avevano sorpreso alcuni adolescenti consumare la sostanza prima ancora del suono della campanella.

 

Durante le indagini, affermano i carabinieri, è stata importante la collaborazione con i presidi e gli  insegnanti degli istituti coinvolti, per i quali il fenomeno dello smercio di droga tra gli alunni non può che rappresentare una vera preoccupazione.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 maggio - 06:01
A qualche giorno di distanza dall'evento le certezze sono che la performance del Blasco è stata straordinaria supportata da un palco da un [...]
Cronaca
23 maggio - 19:13
Il bilancio del comune dopo i grande evento di venerdì sera. Per tutti è stato chiaro che è andato davvero tutto bene perché si è trattato di [...]
Politica
23 maggio - 16:30
L’esponente di Fratelli d’Italia è intervenuta sulle “pesanti ingiurie da parte dello staff della sicurezza” dicendosi “profondamente [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato