Contenuto sponsorizzato

Gli rubano la sedia a rotelle e la gettano nel torrente. Denunciato 20enne a Caldonazzo

Il fatto risale al giugno dello scorso anno. Le indagini dei Carabinieri hanno portato all'individuazione degli autori

Pubblicato il - 20 febbraio 2017 - 09:10

CALDONAZZO. Il vergognoso atto era accaduto nel giugno dello scorso anno quando, a Caldonazzo, in Piazza vecchia, un pensionato del luogo, classe 1961, diversamente abile, aveva lasciato la propria sedia a rotelle nel posto pubblico assegnatogli.

 

Al ritorno, però, non lo aveva più trovata. Un brutto scherzo e una cattiveria si pensò inizialmente ma qualche giorno  dopo i vigili del fuoco riuscirono a ritrovarla scaraventata nel greto del torrente Centa, in Loc. Pineta.

Un ignobile vandalismo con un danno di 500€ non assicurati.

 

Al termine di controlli incrociati con numerosi elementi tecnici, i Carabinieri della Stazione di Caldonazzo hanno finalmente riconosciuto e denunciato uno degli autori del vandalismo, un 20enne di lontane origini nordafricane, ben trapiantato nelle zone dove è accaduto il fatto.

“Prima della chiusura della "morsa" della Giustizia sugli altri 3 complici – viene spiegato in una nota delle forze dell'ordine - ci si aspetta un bel gesto di scuse spontanee, per questa vergognosa maleducazione ingiustificabile”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 14:25

L'avventura con la loro società è iniziata circa tre anni fa. I due giovani della Vallagarina, Mattia Cristoforetti e Giovanni Tava, hanno macinato moltissimi successi ed  hanno deciso di utilizzare il loro lavoro anche per aiutare i bambini. Per questo è iniziata la collaborazione con la fondazione Tog per la cura e la riabilitazione dei bambini con gravi patologie neurologiche

19 agosto - 16:01

Gettatosi da una falesia alta 10 metri a Torre dell'Orso, nel leccese, un giovane trentino si è lesionato la zona cervicale. Trasportato immediatamente all'ospedale Vito Fazzi di Lecce, si attende di capire che danni possa aver riportato. Cauti i medici 

19 agosto - 06:01

Pubblichiamo in esclusiva dei dati molto significativi sul reale andamento della struttura della Val di Fiemme che smentiscono molto di quanto sentito sino ad oggi. Nel punto nascite si è eseguito nel 25% dei casi il taglio cesareo quando non ci sono emergenze e per  l'Organizzazione Mondiale della Sanità un tasso superiore al 15% è indicativo di ''un uso inappropriato della procedura'' motivato da ''carenze organizzative, medicina difensiva, (...) scarso supporto alla donna da parte del personale sanitario nel percorso di accompagnamento alla nascita''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato