Contenuto sponsorizzato

I residenti del Magnete protestano con l'Itea: "Nessuno ci ascolta? Allora non organizzeremo la festa dei vicini"

Il presidente dell'Itea Ghirardini. "Abbiamo preso in carico le varie problematiche che ci sono state segnalate e stiamo lavorando. Dispiace che i residenti abbiamo preso questa decisione. Recupereremo" 

Di gf - 27 May 2017 - 11:48

TRENTO. “Le promesse fatte gli scorsi anni non sono state mantenute e allora noi abbiamo deciso di non organizzare la 'Festa dei vicini' per protestare nei confronti di Itea”. Antonella Andreatta è una dei residenti del Magnete, il complesso di condomini che si trova a Trento Nord, lungo via Brennero. Gran parte appartamenti Itea.

 

Come negli scorsi anni in questo fine settimana in diverse zone del Trentino è stata organizzata la “Festa dei vicini”, l'evento promosso da Itea in Trentino e che è stato lanciato da altri enti anche nel resto d'Italia.

 

Al Magnete, invece, quest'anno non ci sarà alcuna festa e nessun momento di socializzazione e di condivisione con gli abitanti della zona a cui in passato partecipavano i rappresentanti sia di Itea che dell'Amministrazione comunale di Trento.

 

“Siamo stanchi – ci spiega Andreatta – di essere presi in giro. Siamo stati i primi a Trento ad organizzare questo evento ma abbiamo visto che era l'occasione per l'Itea e il Comune di mettersi in mostra promettendoci interventi importanti che ancora non abbiamo visto. Per questo abbiamo deciso di non organizzare nulla”.

 

Una protesta che arriva, spiegano i residenti, dopo diverse richieste disattese. A partire da una zona giardini nuova, parcheggi box sotterranei, interventi per sistemare perdite d'acqua fino ad arrivare a richieste che riguardano la sicurezza degli abitanti e la gestione dell'immondizia.

 

“Non avremo nessuna festa dei vicini – continua Antonella Andreatta – perchè vogliamo far capire che non possono continuare a non ascoltarci”.

 

La notizia che al Magnete non si farà la “Festa dei vicini” coglie quasi di sorpresa il presidente dell'Itea, Salvatore Ghirardini.

“Innanzitutto – ha affermato – è evidente che non partecipando ad una festa che dovrebbe unire la comunità scelgono un metodo sbagliato. Noi abbiamo preso in carico le segnalazioni che ci sono arrivate e ci stiamo lavorando perché non sono di facile soluzione”.

 

Per quanto riguarda i posti auto interratti, spiega Ghirardini, “servono una progettazione e delle autorizzazioni. Noi ci siamo mossi quest'anno e abbiamo prodotto una nuovo regolamento per i parcheggi delle auto anche seguendo i consigli e le segnalazioni dei residenti. Provvederemo a sistemare le infiltrazioni”.

 

Per quanto riguarda la sistemazione delle immondizie, il presidente Ghirardini chiede “un aiuto a tutti i residenti per il rispetto delle regole”.

 

“Quest'anno – conclude Ghirardini – avremo comunque anche qualche festa nuova dei vicini. Mi dispiace che il Magnete abbia preso questa decisione ed è evidente che cercheremo di recuperare”.

 

Sulle diverse problematiche a dirsi “pronto ad ascoltare i cittadini e a trovare delle soluzioni” è anche Claudio Geat, presidente della Circoscrizione Centro Storico Piedicastello.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 20:40
La 65enne è stata trovata nell'acqua da alcuni passanti, immediato l'allarme e l'avvio della manovre salvavita ma purtroppo per Liviana Ierta [...]
Cronaca
21 maggio - 21:28
Le fiamme partite da un quadro elettrico. Decine e decine i vigili del fuoco intervenuti per evitare che l'incendio potesse interessare altre parti [...]
Cronaca
21 maggio - 16:43
Erano circa 200 gli operatori di Dolomiti Ambiente impegnati in questi giorni nelle operazioni di pulizia per il post-concerto di Vasco Rossi, il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato