Contenuto sponsorizzato

Per la morte del maialino Ettorino il pompiere è stato assolto. Era accusato di averlo ucciso e macellato

La sentenza di appello ribalta la condanna a 1 anno e 6 mesi del primo grado. "Agì in buona fede su consiglio dei Forestali". E il maialino thailandese era già morto poco dopo la cattura

Pubblicato il - 30 settembre 2017 - 10:28

TRENTO. Il vigile del fuoco di Gardolo, accusato di uccisione di animale e peculato, che nel dicembre del 2013 macellò un maialino thailandese di nome Ettorino, dopo la condanna a 1 anno e 6 mesi in primo grado è stato invece assolto al processo di appello. 

 

Soddisfazione sua e del suo avvocato Stefano Daldoss, che ha saputo dimostrare che il pompiere non ha macellato il maialino per farne bistecche da mangiare allegramente. Ha eseguito i consigli della Forestale chiamata appositamente per chiedere come comportarsi in questi casi.

 

Nello specifico il caso di una cattura di animale sollecitata, nel dicembre di quattro anni fa, dalla pattuglia di carabinieri che si erano imbattuta in un maialino scambiato a prima vista per un cinghiale. I carabinieri chiamarono subito la caserma dei Vigili del fuoco e intervenne catturando in poco tempo l'animale. 

 

In poco tempo perché era malconcio, stava per morire, e morì in caserma poco dopo. Non vide mai più la sua proprietaria che l'aveva smarrito, poco dopo la sua morte venne smembrato dal vigile del fuoco denunciato successivamente dalla Lav.

 

L'avvocato Daldoss ha spiegato alla Corte che il suo assistito avrebbe agito in buona fede, mettendo in pratica i consigli arrivati dalla Forestale che fu subito avvertita. Forestale che giunse in caserma e viste le condizioni dell'animale non avvertì nemmeno il veterinario.

 

I due agenti della forestale dissero che il corpo andava smaltito e per questo il vigile decise la macellazione. L'avvocato spiega che la carne del maialino Ettorino non l'avrebbe nemmeno mangiata lui, avrebbe voluto donarla al Punto d'Incontro

 

Lo stesso procuratore generale ha chiesto l'assoluzione per l'imputazione di uccisione di animale, chiedendo anche di derubricare il peculato in furto aggravato. La difesa ha chiesto invece l'assoluzione piena, quella che poi la Corte ha sentenziato. 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 11:45

I due consiglieri provinciali hanno sfoderato uno l'immagine del Grinch l'altro quella trita e ritrita del ''sindacalista di sinistra'' ma il capolavoro è dell'assessore al turismo che parla di ''danno enorme per l'economia della città di Trento e per l'immagine dell'intero Trentino''. Proprio lui autore della legge sulle chiusure domenicali nel momento dove serviva spingere al massimo l'economia e che ha direttamente bollato Trento e molte altre località come ''non turistiche''

20 ottobre - 11:25

Le due deputate pentastellate Doriana Sarli e Carmen Di Lauro sono riuscite "dopo quasi dieci ore di attesa" a entrare nel centro del Casteller. Giunte per "constatare la situazione dei 3 orsi", si erano viste negare l'accesso dalla Provincia e dai gestori, rivolgendosi allora ai carabinieri di Trento. "Abbiamo verbalizzato una denuncia. Gli orsi stanno bene ma gli spazi sono inadeguati. Devono essere liberati"

20 ottobre - 11:57

Il bollettino Coronavirus dell'Azienda sanitaria altoatesina conta oggi ben 209 casi in più. Un numero altissimo, mai registrato in 24 ore. Il tasso contagi/tamponi schizza così all'11,5%, con un bilancio provvisorio che cresce e supera i 5000 contagiati da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato