Contenuto sponsorizzato

Mega inseguimento tra Trento e la Valle dei Laghi, ma sfugge in sella alla moto

L'episodio è avvenuto ieri intorno alle 15. L'uomo è stato sorpreso con fare sospetto nei parcheggi circostanti Castel Toblino, quando i carabinieri gli hanno intimato l'alt è scappato a bordo della moto ed è cominciato un lungo inseguimento

Di Luca Andreazza - 26 May 2017 - 19:27

TRENTO. La scena ricorda un po' quella del film dei Blues Brothers, quando decine di pattuglie delle forze dell'ordine dell'Illinois si incollano ai fratelli Elwood e Jake Blues e li inseguono tra centri commerciali e strade scivolosissime.

 

In questo caso però restiamo a casa nostra, tra i margini della città di Trento e la Valle dei Laghi, quando intorno alle 15 del pomeriggio di ieri molti autisti e passanti hanno assistito ad una vera e propria caccia all'uomo. Il fuggitivo in sella ad una motocicletta gli inseguitori a bordo di una decina di vetture dei carabinieri e della polizia.

 

Tutto inizia a Castel Toblino, quando, durante un normale controllo della pattuglia dei carabinieri ai parcheggi circostanti il noto castello, viene sorpreso un uomo, con fare sospetto, intento a cercare le vetture giuste per commettere qualche furto.

 

A quel punto le forze dell'ordine gli hanno intimato l'alt, ma per tutta risposta l'uomo è saltato rapidamente sulla moto per scappare, avviando un inseguimento a tutta velocità lungo la Gardesana in direzione Trento.

 

Tallonato dalle pattuglie di carabinieri e polizia, l'uomo, una volta superato il Bus de Vela, ha imboccato quindi via Brescia, ma sentendosi il fiato sul collo ha commesso un inversione a 'U' per percorrere un tratto di strada in contromano e immettersi sul viadotto per raggiungere il centro storico.

 

Nel frattempo alcune volanti hanno creato dei posti di blocco, mentre altri colleghi cercavano di chiudergli ogni via di fuga, ma capita la situazione ha nuovamente invertito la direzione, seguendo il senso di marcia, per dirigersi verso Vigolo Baselga, dove ha fatto perdere definitivamente le tracce. 

 

Le forze dell'ordine sono riuscite a prendere nota del numero di targa che però non corrisponde al proprietario della moto e quindi i controlli per risalire all'autore del gesto sono in fase di approfondimento. Per ora l'ha fatta franca.

 

    

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 ottobre - 20:01
La denuncia è arrivata dal Gruppo MeToo Rovereto e riguarderebbe un dipendente dell'Apss del reparto otorinolaringoiatra di Rovereto poi [...]
Politica
27 ottobre - 20:52
Il consigliere comunale Walter Lenzi ha presentato un'interrogazione alla Giunta Ianeselli (firmata da tutti i capogruppo di maggioranza) per [...]
Cronaca
27 ottobre - 20:46
L'incidente è avvenuto in via Fratelli Fontana. I pezzi del pullman hanno colpito uno scooter in transito. Una persona è stata trasferita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato