Contenuto sponsorizzato

Multa di oltre 10 mila euro per la discoteca "Des Alpes" di Madonna di Campiglio

 Le violazioni amministrative sono state accertate nel corso dei controlli della “squadra amministrativa” disposti dal Questore di Trento

Pubblicato il - 07 febbraio 2017 - 17:30

MADONNA DI CAMPIGLIO. Mancata esposizione delle autorizzazioni per l’esercizio di locale di intrattenimento e ballo, mancata esposizione del divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori di 18 anni, mancato rinnovo del certificato prevenzione incendi e l'impiego di addetti alla sicurezza irregolari. Il tutto ha determinato contestazioni per migliaia di euro. Queste le violazioni amministrative che sono state accertate nel corso dei controlli della “squadra amministrativa”, disposti dal Questore di Trento, nella nota discoteca di Madonna di Campiglio “Des Alpes” – “studio 54”.

 

Oltre alle contestazioni per violazioni amministrative, il personale della polizia di stato, ha contestato al titolare dell’esercizio la presenza di 3 addetti alla sicurezza non autorizzati.

 

“Com’è noto, la legge n° 94 del 2009 – viene spiegato in una nota - prevede che il personale che svolge servizi di controllo in attività di intrattenimento e di spettacolo, prima di poter esercitare, debba frequentare uno specifico corso di formazione e che sia successivamente iscritto in un apposito elenco, istituito presso le Prefetture”.

 

Le tre persone individuate nel controllo della Polizia di Stato, subiranno ora una sanzione amministrativa di oltre 1.600 euro; stessa sorte toccherà anche al titolare del locale per il quale gli stessi lavoravano.

Nel corso del controllo è emerso, inoltre, che il locale non aveva provveduto al rinnovo della certificazione antincendio.

 

“Il mancato rinnovo del certificato prevenzione incendi – si spiega - determina in concreto una mutazione delle condizioni che hanno consentito il rilascio della licenza di agibilità ex art. 80 t.u.l.p.s., presupposto per l’ottenimento della licenza ex art. 68 t.u.l.p.s., (da considerarsi, conseguentemente, decaduta per inosservanza delle prescrizioni). L’esercizio dell’attività spettacoli e trattenimenti danzanti in carenza di licenza, così come accertata, è stata sanzionata dall’art. 666 c.p. contestualmente la violazione è stato segnalata ai vigili del fuoco per gli ulteriori provvedimenti”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 05:01

Vittoria De Felice era candidata in circoscrizione a Piedicastello ma in queste settimane è finita su giornali nazionali e locali esclusivamente per il suo corpo. Sono stati usati gli aggettivi più classici delle commediacce anni '80 e così è stata definita ''bombastica'', ''sexy candidata'', ''appariscente'', ''mozzafiato''. Lei ha atteso la fine del voto ed ecco cosa ha detto

24 settembre - 19:33

Sono 14 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.402 i guariti da inizio emergenza e 556 gli attuali positivi. Nel rapporto odierno, giovedì 24 settembre, si specifica che 11 sono sintomatici e 1 caso è ascrivibile ai focolai scoppiati negli ultimi giorni sul territorio provinciale

24 settembre - 17:49

I tamponi analizzati sono stati 1.613. Oggi è stato individuato un caso di coronavirus alla scuola dell'infanzia della Sacra Famiglia di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato