Contenuto sponsorizzato

Sicurezza, reati in calo in Provincia. Carabinieri: "All'avanguardia per tematiche di stalking e femminicidio. Cresce l'utilizzo di hashish e cocaina"

I Carabinieri di Trento hanno tracciato il bilancio dell'attività del 2016. Nel corso del 2016 sono stati consumati 12.393 reati, dei quali 2.911 sono stati scoperti. In calo gli incidenti stradali: 686 patenti ritirate, 319 sanzioni per guida in stato di ebbrezza e 29 per uso di sostanze stupefacenti

Di Luca Andreazza - 03 gennaio 2017 - 13:44

TRENTO. I reati sono in calo del 17,53%, mentre crescono quelli scoperti del 2,16%. Questo quanto emerge dal bilancio stilato dai Carabinieri di Trento al termine del 2016. "La copertura del territorio provinciale - spiega il Comandante Luca Volpi - è capillare e siamo sempre operativi. Nel corso del 2016 sono stati consumati 12.393 reati, dei quali 2.911 sono stati scoperti. Non ci accontentiamo, ma rispetto al 2015 il quadro è positivo, in quanto sono calati i reati consumati (14.566 appena 12 mesi fa), mentre sono aumentati quelli scoperti (2.848 nel 2015)".


  

Crescono invece il numero di arresti, passando dai 296 casi nel 2015 ai 360 nel 2016, il 35% degli arresti riguarda cittadini italiani, il 56% gli extracomunitari, mentre solo il 9% persone comunitarie: "Alcuni di questi arresti - continua il comandante - sono stati portati a termine dopo intense attività di indagini e operazioni condotte scrupolosamente dall'Arma dei carabinieri. Nell'anno appena trascorso non abbiamo fortunatamente registrato casi di omicidio".


Singolare invece il dato delle rapine, che pareggia quanto avvenuto nel 2015. Un termine molto ampio che non si riferisce esclusivamente all'utilizzo di armi: "Sono 61 i casi consumati - dice Volpi - 33 le rapine scoperte. Un dato in linea all'anno scorso e migliore dal 2013. Non ci accontentiamo, ma è importante non aver un quadro peggiore dell'anno scorso".


Si riducono anche i furti: nel 2013 erano stati 8.218 e 379 rispettivamente quelli consumati e scoperti. Nel 2015 i dati registrati sono 8.156 e 446, ma "nel 2016 questo indice è ulteriormente sceso a 6.754, mentre i casi scoperti sono 556. I furti maggiori si registrano negli appartamenti, un fatto particolarmente spiacevole perché viola la vita del cittadino. La nostra attività si concentrerà maggiormente per prevenire questi casi: si vive bene e all'interno di un contesto sicuro se si avverte la sicurezza nel proprio domicilio".


Il rapporto fra utilizzatori, denunciati e arresti per lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti è in linea rispetto al 2015: "E l'attività evidenzia - sottolinea il comandante - un deciso cambio di passo rispetto al 2013 e 2014 nell'intensificazione dei controlli". 


Rispetto all'anno scorso è in deciso aumento l'utilizzo della cocaina, mentre l'hashish è il padrone del mercato trentino. "L'eroina - prosegue - è in forte calo, così come Lsd e l'ecstasy. Sono diminuiti anche i decessi a seguito di overdose (2 casi nel 2016 contro i 3 del 2015, ndr)".


"Poniamo grande attenzione anche sul tema della violenza di genere - spiega Volpi - stalking e femminicidio vengono contrastati con forza. E' stato inoltre sottoscritto un Protocollo d'intesa fra le forze dell'ordine, la Provincia e gli enti locali. Il confronto con altre realtà d'Italia è molto positivo e posso sbilanciarmi nell'affermare che in Trentino siamo all'avanguardia sotto questo punto di vista. Qui in Provincia le donne denunciano in quanto possono contare sulla risposta dell'Arma". Nel 2016 sono cresciuti infatti gli ammonimenti e le denunce per stalking passando rispettivamente da 39 a 52 (ammonimenti) e da 32 a 37 (denunce), così come sono aumentati i dati relativi al femminicidio: 42 ammonimenti nel 2016 contro i 20 del 2015, in linea invece le 11 denunce.

 

I Carabinieri hanno inoltre sottolineato il lavoro dei reparti dei Nas e del Noe: "Il Nas ha compiuto 1.722 ispezioni - afferma - comminando 463 infrazioni amministrative e 105 sanzioni penali per un controvalore di quasi 8 milioni di euro. Il Noe invece ha effettuato 136 controlli: 50 le attività non conformi alle norme di legge per un controvalore di circa 15 milioni di euro".  

 


"L'opera di prevenzione e le attività di sensibilizzazione nelle scuole e in altri centri - conclude Volpi - iniziano a portare i primi risultati. Sono infatti in calo anche gli incidenti rispetto al 2015. Spiccano 686 patenti e 280 documenti di circolazione ritirati e le 319 sanzioni per guida in stato ebbrezza e le 29 per uso di sostanze stupefacenti". 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 19:51

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 37 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 2 decessi, ma si aggiungono le 30 vittime in Rsa. Sono 47 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

24 gennaio - 17:45

Sale il numero dei pazienti in ospedale, stabile quello delle terapie intensive. Altri 2 decessi. Sono state registrate 7 dimissioni e 39 guarigioni nelle ultime 24 ore

24 gennaio - 17:44

Una tragica dimenticanza, un vuoto comunicativo che aggiorna ulteriormente il difficile bilancio dell'emergenza coronavirus in Trentino. Oggi il report riporta di altri 2 decessi, ma il totale sale a 726 vittime nella seconda ondata di Covid-19 e si porta a 1.196 morti da inizio epidemia a seguito di una verifica interna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato