Contenuto sponsorizzato

Trento, cittadini in campo per ripulire la città da cartacce e pregiudizi

Questa mattina l'iniziativa "Panchina pulita". Gli organizzatori: "Occasione per riflettere sulle persone senza dimora e creare un'opportunità per conoscersi attraverso il fare assieme“

Di G.Fin - 09 ottobre 2016 - 10:47

Pulire la città dalle cartacce e dai pregiudizi. Sono stati una quindicina le persone che questa mattina hanno preso parte all'iniziativa “Panchina pulita”. Cittadini volontari per ripulire i parchi e le strade della nostra città insieme a chi nei parchi e nelle strade ci vive.

 

“Abbiamo visto – ha spiegato Sara Cestari dell'associazione 'Nuovamente' – che molto spesso le persone senza dimora si pensa siano in questa situazione per scelta o per problemi di droga. Quello che invece non si capisce è che sono persone come noi che in un certo momento della vita si sono trovate ad affrontare dei problemi e non hanno avuto una rete famigliare o di amicizie attorno. Sono tutte storie normali di persone che hanno perso un po' alla volta dei pezzettini della loro vita e questo può succedere a tutti”.

 

Con tanto di guanti in lattice, sacchi di plastica per raccogliere i rifiuti, badili e scope, il gruppo di volontari si è ritrovato in piazza Dante. Da qui la partenza verso piazza Fiera e ponte di Cavalleggeri raccogliendo cartacce, lattine, mozziconi di sigaretta e pezzi di plastica sparsi per la città.

 

 

Alla giornata di pulizia proposta dal Comune, che conclude la Settimana dell'accoglienza, hanno aderito diverse associazioni: Punto d'Incontro, Ama, Fondazione Comunità Solidale, Raccatumband, Gioco degli Specchi, Trento No Slot, Capoeira Trento, Ultimate Frisbee Oltrefersina, coordinate da Nuovamente e Volontarinstrada

 

Alle 12.30 al termine dei lavori tutti i partecipanti saranno accolti dal Punto di Incontro per un rinfresco.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.50 del 10 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 luglio - 11:48

Padre Massimo ha comunicato nelle scorse ore la decisione di lasciare il convento attraverso una lettera che è stata spedita ai tanti volontari che lavorano quotidianamente alla mensa dei Cappuccini in via delle Laste. Fra Nicola gestirà al momento il convento mentre arriverà un nuovo frate per la mensa dei poveri 

11 luglio - 11:44
L'allerta è scattata intorno alle 8.30 nella parte finale del sentiero attrezzato Camillo De Paoli a quota 2.200 metri nel gruppo delle Pale di San Martino. Gli escursionisti erano partiti dal rifugio Velo della Madonna e lungo il percorso sono stati investiti da una scarica di sassi. In azione le unità del soccorso alpino
11 luglio - 06:01

Chiarastella Feder, esperta di gestione dei conflitti fra grandi predatori e piccole comunità rurali originaria di Treviso, lavora ormai da 15 anni per il governo della regione canadese dell'Alberta. Impegnata nell'educazione alla convivenza fra esseri umani ed orsi, ha deciso di dedicare la propria attenzione al Trentino e ai recenti fatti dell'aggressione sul Monte Peller. "Uccidere un'orsa è deleterio. La soluzione è educare alla coesistenza e alla conoscenza di questi animali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato