Contenuto sponsorizzato

Trovato senza vita l'esperto rocciatore Broseghini

Morto sul colpo, ancora da appurare la dinamica degli eventi. L'allarme dei famigliari intorno alle 20. I soccorsi hanno rinvenuto il corpo alla base della parete circa due ore dopo

Pubblicato il - 09 ottobre 2016 - 15:59

PINE'. Sabato 8 ottobre verso le 22 è stato ritrovato senza vita il corpo dell'esperto rocciatore Romano Broseghini, 56 anni. Resta da chiarire la dinamica degli eventi.

 

L'uomo, in mountain bike, avrebbe raggiunto la palestra di roccia a Rizzolaga, dove nonostante l'ottima conoscenza della parete, sarebbe precipitato, morendo sul colpo. 

 

Alle 20 i familiari, non vedendolo rientrare a casa, hanno dato l'allarme e i soccorsi hanno immediatamente iniziato le ricerche: dopo circa due d'ore il corpo è stato rinvenuto privo di vita alla base della parete di roccia.

 

Romano Broseghini, che lascia cinque figli, era molto conosciuto nella zona di Pinè per il costante impegno al Punto d'Incontro e per l'enorme sensibilità verso le tematiche sociali.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 aprile - 19:42

Le vittime sono 10 donne e 7 uomini. C'è un caso che preoccupa, un minore del Primiero del 2015 ricoverato a Belluno. Sono 296 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 47 in ventilazione semi-invasiva e 80 in ventilazione invasiva. Sono invece 9 i guariti e 237 i guariti clinicamente

03 aprile - 19:52

L’osservatorio mercato del lavoro della Ripartizione provinciale altoatesina ha pubblicato i primi dati consolidati sull’andamento del mercato del lavoro per il mese di marzo 2020. Ad avere risentito maggiormente delle misure di contenimento è stato il settore turistico, che ha dovuto bloccare tutti i servizi dedicati all'alloggio e ristorazione

03 aprile - 15:09

Dopo il video che mostra una persona ammainare la bandiera dell’Ue i consiglieri di Futura prendono le distanze da Fugatti e stigmatizzano il linguaggio antieuropeista “un gesto che non ci rappresenta”. Ghezzi e Coppola attaccano anche sulla gestione dell'emergenza: “Il Trentino sconta anche gli errori dei responsabili politici che nella prima fase hanno sottovalutato il problema”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato