Contenuto sponsorizzato

Trentatrè trentini, gli spettatori "speciali" per teatro e dintorni

Ancora un giorno per partecipare alla proposta di confronto e formazione ideata da Spazio Off  che coinvolge Trento e Rovereto. Nei quattro anni di vita del progetto, i partecipanti per la sezione di Trento sono stati in tutto oltre 100. per un totale di circa 800 ingressi a spettacoli teatrali visti dai “33 Trentini” nei teatri di tutta la regione. Divertimento collettivo e partecipazione

Pubblicato il - 12 ottobre 2017 - 12:28

TRENTO. TRENTATRÉ TRENTINI è un progetto promosso dall’Associazione Spazio Off di Trento e da Evoè!Teatro di Rovereto, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara di Trento, il Teatro Stabile di Bolzano,  OFF-side - SMART lab Rovereto, il Teatro Comunale di Pergine Valsugana e il Teatro di Meano, Cantiere Teatro di Riva del Garda e Arco, Teatro in Valle Vallarsa, con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Cassa Rurale di Trento e Comune di Trento.

 

Giunto alla sua quinta edizione, il progetto prosegue anche per la stagione 2017/2018 con la formazione di due gruppi – uno a Trento e uno a Rovereto - di Trentatré Trentini, trentatré spettatori “speciali” con cui condividere un percorso di coinvolgimento, formazione, crescita, profondità e consapevolezza critica legata al mondo del teatro e dello spettacolo.

 

Due gruppi di trentatré spettatori ‘speciali’, cui dedicare attenzioni particolari e a cui richiedere uno sforzo in più e diverso dall’andare semplicemente a teatro. Oltre al consueto nucleo di spettatori con base allo Spazio Off di Trento, grazie alla collaborazione con Evoè Teatro è al suo secondo anno l’attivazione di un gruppo con base a Rovereto.

 

Chiunque lo desideri può rispondere a un bando pubblico, specificando l’adesione al gruppo di Trento o di Rovereto, che darà quindi vita a una “Sezione Trento” e a una “Sezione Rovereto”. I primi 33 a rispondere formeranno i rispettivi gruppi, che una volta formatosi avranno la possibilità di un percorso esclusivo di spettacoli scelti direttamente da loro, incontri riservati e “gite” teatrali in tutta Italia.

 

Nei quattro anni di vita del progetto, i partecipanti per la sezione di Trento sono stati in tutto oltre 100 - 17 nel 2013, 19 nel 2014, 33 nel 2015 e 37 nel 2016 -, per un totale di circa 800 ingressi a spettacoli teatrali visti dai “33 Trentini” nei teatri di tutta la regione, cui vanno aggiunti i 18 partecipanti alla sezione di Rovereto – nata nel 2016 -, per un totale di altri circa 100 ingressi.

 

Segno di un progetto ormai consolidato e in grado di attirare l’attenzione di un pubblico di ogni età e formazione, sempre più appassionato, attento e consapevole, e desideroso di “fare comunità” attorno al teatro e alle arti performative.

 

Dallo scorso anno, inoltre, è nata una “sezione” del progetto anche a Padova, coordinata dal Circolo Culturale Carichi Sospesi, e da quest’anno ne nascerà una nuova anche a Bolzano, coordinata dal Teatro Stabile.

 

A suggellare la rilevanza del progetto anche a livello nazionale, i “33 Trentini” sono stati invitati a essere presenti il 7 ottobre prossimo ad Arezzo nell’ambito del Festival dello Spettatore (http://www.spettatorierranti.it/) , dove si incontreranno con altri 17 progetti di coinvolgimento attivo e formazione del pubblico provenienti da tutta Italia.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato