Contenuto sponsorizzato

Rebel Rootz & Friends, la musica fa festa

Questa sera, 3 marzo, happening dalle 20 a notte fonda al Palazzetto dello sport di Gardolo. Con il gruppo trentino di reggae e dintorni che presenta il suo nuovo disco divideranno il palco Anansi, la voce degli Africa Unite e molti altri musicisti. La scelta del sobborgo non è casuale. I Rebel giocano in casa ma si vuole anche indicare che la periferia è in cerca di occasioni

Pubblicato il - 03 marzo 2018 - 10:01

TRENTO. Questa sera al Palazzetto dello sport di Gardolo “Musica portami lontano da chi giudica". Una serata evento con i Rebel Rootz e una serie di ospiti tra i quali Anansi - Bunna (vocalist dei grandi Africa Unite) Yardie Groove, VirtuS, Drimer, Ares Adami, dj Afghan e altri ospiti a sorpresa. Apertura alle 20. Fino a notte fonda. I Rebel Rootz, dopo una lunghissima e fortunata serie di concerti live che hanno caratterizzato il 2017, hanno deciso di dar vita ad una fase riflessiva sul futuro della musica in Trentino e delle moltissime giovani band oltre che dei numerosi talenti singoli che caratterizzano il panorama musicale della nostra città e dell’intera provincia. Riflessione che li ha portati ad imporsi un lungo periodo di pausa senza esibirsi e senza live, ma ricco di confronto e di scambio con quei tantissimi ragazzi e ragazze che hanno scelto la musica come strumento sia di aggregazione e di condivisione sia di comunicazione e di partecipazione. 

 

 E’ nata così la Festa della musica giovane di stasera. C’è la forte motivazione di dare visibilità ed opportunità a quello di interessante e di accattivante che si muove sul nostro territorio e soprattutto in quella “città laboratorio” che è Trento. Nella convinzione (ed il nuovo disco dei Rebel ne è una concreta e bellissima testimonianza) che la Musica è quell'insieme di suoni e parole che ha il potere di caricarti, renderti triste, farti riemergere sensazioni ed emozioni e renderti un istante magico, rivolta e lotta, passione e vita.

 

 Due parola rispetto alla location: per noi Gardolo è un luogo esempio di convivenza e di dignità dove va valorizzato il senso di appartenenza e di cittadinanza, un luogo urbano "periferico" che deve vivere e pulsare con la stessa attenzione e cura del centro storico della città di Trento. Anche per questo si è voluto “decentrare” l’evento, sia perché “si educa anche con l’esempio” sia perché l’offerta culturale, creativa e musicale non può e non deve essere “Trento centrica” ma capace di coinvolgere e portare vita anche in quelle periferie che se abbandonate allora si rischiano il degrado e la marginalità. Magari una goccia nell’oceano ma pur sempre una goccia, nella speranza che le gocce diventino tante tante altre.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 06:01

I numeri sembrano bocciare l'operazione ragionieristica dell'assessore nel criterio selezionato per licenziare il ddl commercio, quello delle chiusure domenicali e festive di supermercati e negozi. L'unica a salvarsi sarebbe Venezia ma solo perché ha pochi residenti. Nemmeno le grandi capitali europee come Londra e Berlino rientrerebbero nella lista di Failoni

05 luglio - 10:47

Il corpo è stato notato da un passante che ha avvisato le forze dell’ordine. Purtroppo, quando i sanitari sono intervenuti sul posto, per il 68enne non c’era più nulla da fare

04 luglio - 20:08

La prima edizione, in concomitanza con il Premio Strega, è stato assegnata ad un libro che è la summa più simpatica del sapere vitivinicolo: "La stirpe del vino" scritto a quattro mani da Scienza e da una preparatissima sua collega universitaria, Serena Imazio, specialista in indagini genetiche, che spaziano in mezzo mondo, dalla Georgia al viaggio del vitigno Marzemino verso Isera

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato