Contenuto sponsorizzato

Festa dell'Agricoltura in Val di Peio: sette giorni per riscoprire i mestieri di montagna

Dall'8 al 15 settembre si terrà nei borghi della Val di Peio la Festa dell'Agricoltura, un'occasione per conoscere e apprezzare i mestieri montani e i gusti di questi luoghi. Domenica 15 settembre il clou: Desmalgada, con sfilata della vacche agghindate di fiori, e Palio delle Frazioni, dove i concorrenti si misureranno nelle attività contadine

Foto di Mauro Mariotti
Di Davide Leveghi - 26 agosto 2019 - 20:45

PEJO. Celebrare la montagna e i suoi mestieri, è questa la missione della Festa dell'Agricoltura, in programma dall'8 al 15 settembre in Val di Peio. Un'occasione per immergersi nel mondo dei contadini di montagna e del loro impegno essenziale nel mantenere la biodiversità, nel tramandare le tradizioni e nel sostenere l'economia locale (Qui info).

 

Fattorie didattiche, visite guidate, fiere ed eventi di svariata natura animeranno i diversi paesi della valle. Su tutti la Desmalgada, “appuntamento quasi sacro per le comunità locali che celebrano il ritorno nelle stalle delle mucche al termine dell'estate” e il Palio delle frazioni, competizione che vede i concorrenti sfidarsi negli antichi mestieri montani, dallo sfalcio dei prati alla corsa coi sacchi, dalla segagione e pelatura dei tronchi al tiro alla fune, e così via.

 

Organizzato dal Comune di Peio con la collaborazione dell'Apt Val di Sole Peio Rabbidel Consorzio turistico Peio 3000 e Federazione allevatori del territorio, la festa, inserita nell'ambito più ampio del Cheese FestiVal di Sole, mira inoltre a sensibilizzare sull'apporto del mondo contadino alla vita di montagna, troppe volte dimenticato da chi vive in città.

 

Un programma fitto, dunque, proporrà tra l'8 e il 15 settembre oltre 30 appuntamenti. “A fare da filo conduttore – spiega il sindaco di Peio Angelo Dalpez – è la volontà di celebrare, nelle forme più diverse, i tradizionali mestieri di montagna. Vogliamo riuscire a trasmettere ai nostri ospiti la cultura e i valori delle nostre genti, attraverso colori, sapori e profumi”.

 

E non a caso, in ogni giornata del festival sarà possibile fare escursioni fra le malghe per scoprire i saperi tramandati dai contadini attraverso le generazioni, così come per strappare qualche segreto sull'attività che li vede impegnati, dalla mungitura alla raccolta delle erbe d'alta quota.

 

Due gli eventi imperdibili, entrambi nel borgo di Cogolo ed entrambi programmati per il pomeriggio di domenica 15 settembre: la Desmalgada alle 14.30, con la sfilata lungo le strade del paese delle vacche agghindate a festa con corone di fiori e foglie, accompagnate dai suoni del Corpo Bandistico della Val di Pejo e quindi spazio al Palio delle Frazioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 febbraio - 12:38

La donna è stata assistita dall’avvocato trentino Schuster: “Al di là della tutela della cliente, era importante porre fine a tesi isolate che pretendevano di applicare automatismi e ora la Cassazione ha fatto chiarezza. Ma la piena dignità delle persone trans è ancora un traguardo lontano”

17 febbraio - 21:35

L’area potrà essere edificata dopo decenni di stop. Motivato. I privati che vi investiranno cederanno una porzione di terreni al Comune. E per quanto riguarda le future costruzioni si realizzerà – in parte – una struttura di cohousing: alloggi privati corredati da spazi comuni destinati ad un uso collettivo

18 febbraio - 05:01

Negli scorsi giorni un incontro a Mestre dove un importante esponente austriaco dell'Fpo ha riproposto l'opera che collegherebbe la Laguna alle Dolomiti, all'Austria e alla Germania: 280 chilometri che piacciono a tanti anche in Veneto 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato