Contenuto sponsorizzato

La strada torna a fare spettacolo. Gli artisti pronti a invadere Baselga di Pinè per "Fai la tua pArte" tra musica e danza, writer e acrobati

Domenica 1 settembre dalle 16 la creatività artistica prenderà possesso di via Roma con musica, danza, writers, disegnatori, circensi, acrobati e molte altre sorprese tra palco e strada. Decine di protagonisti per una proposta che vuol bissare il successo ottenuto a giugno a Levico Terme

Pubblicato il - 27 agosto 2019 - 09:40

BASELGA DI PINE'. Dopo il successo dello scorso 21 giugno a Levico – dove la passione artistica ha avuto la meglio su un clima inclemente – torna domenica il 1 settembre dalle 16 a Baselga di Pinè  “Fai la tua pArte”. La strada – via Roma -  farà spettacolo a partire dalle 16, trasformandosi in vetrina di talenti, idee ed esperienze multimediali. Si ripropone, con un raggio d’azione allargato, una manifestazione che giunta quest’anno alla settima edizione vuole crescere in qualità e varietà di partecipazione.

 

“Fai la tua pArte” è la proposta di Appm (Associazione provinciale per i minori) che negli anni ha visto una progressiva crescita di consenso ed entusiasmo tra le centinaia di protagonisti e nel pubblico che ha sempre premiato la manifestazione per la sua varietà e la sua particolarità. A “Fai la tua pArte” gli artisti diventano organizzatori offrendo oltre che le loro capacità anche la disponibilità piena a facilitare il compito del team che gestisce un evento complesso perché mette in campo una grande varietà di espressioni artistiche contemporaneamente.

 

Musica, danza, pittura, scultura, fotografia, grafica, “writers” ma anche discipline circensi, momenti di animazione per tutte le fasce d’età a partire dai bambini, letteratura, contaminazioni tra diversi generi, intrecci, collaborazioni.  Gli ingredienti della “strada che fa spettacolo” sono tanti, diversi, multigusto, classici o innovativi. L’organizzazione non ha mai posto vincoli o barriere alla creatività. “Fai la tua pArte” mette sullo stesso piano artisti rodati e neofiti.

 

“Fai la tua pArte” chiede ai partecipanti di mettersi in gioco occupando con le loro arti gli spazi del corso centrale di Baselga di Pinè in una sequenza ininterrotta di esibizioni. Saranno arti di strada, in spazi fissi o itineranti, e saranno arti di palco dove la musica, ma non solo la musica, avrà un ruolo centrale. Così come è accaduto nelle sei edizioni fin qui andate in scena a Levico Terme “Fai la tua pArte” mobiliterà energie pubbliche e private che hanno mostrato di credere e sostenere la creatività artistica in tutte le sue forme.

 

Il rilancio della manifestazione, la scommessa che quest’anno raddoppia con un debutto anche sull’altipiano di Pinè, avviene grazie alla volontà della Comunità di valle Alta Valsugana-Bernstol che ha accolto a potenziato l’iniziativa dell’Associazione provinciale per i minori, mettendo a disposizione finanziamenti attraverso l’apporto delle amministrazioni comunali.

 

 

Per la manifestazione di Baselga di Pinè si tratta del Comune ospitante, di Civezzano, di Fornace e di Bedollo. Sono amministrazioni che hanno nell’Associazione provinciale per i minori un referente importante per quanto riguarda le politiche di aggregazione giovanile e delle famiglie.

 

Per l’Appm il coinvolgimento e il protagonismo dei giovani attraverso la creatività e le espressioni artistiche è un terreno di lavoro consolidato da molti anni che ha sempre portato importanti risultati attraverso l’operatività instancabile dei centri di aggregazione dell’Associazione.

 

“Fai la tua pArte” è nato come felicissima intuizione del Centro Aperto Appm di Levico Terme diretto da Carmelita Baldo. Quel patrimonio di impegno che ha dato ad una folla di partecipanti l’occasione di esprimersi, farsi conoscere e apprezzare durante le sei passate edizioni è stato oggi preso in eredità dai Centri di Aggregazione territoriale Appm. Per Baselga di Pinè è al lavoro da mesi il Centro di Aggregazione giovanile e territoriale ambito 3 (Carlo Nicolodi). “Fai la tua pArte” conta inoltre sulla collaborazione dell’Associazione Mooving Sounds e sulla preziosa disponibilità di commercianti e Apt del centro che ospita l’evento.

 

Gli artisti che animano “Fai la tua pArte” hanno raccolto l’invito ad aderire non solo dal punto di vista tecnico e dell’esibizione ma anche e soprattutto accettando lo spirito della proposta. Chi partecipa contribuisce anche arredando il proprio spazio scenico, aiutando l’organizzazione: artisti ma anche tecnici e manovali per trasformare il corso di Baselga di Pinè in un grande e collettivo palcoscenico fatto di molteplici e diverse situazioni che si possono gestire solo con la piena disponibilità di tutti a reinventare in forma artistica i luoghi della strada.

 

Ogni anno “Fai la tua pArte” ha cercato di esplorare i più diversi territori artistici e impegnandosi per dare spazio a realtà che crescono in contesti non deputati allo spettacolo. Quest’anno agli artisti verranno proposti anche due temi espressivi da interpretare – se vorranno - in totale libertà. A Levico il tema della Luna come scoperta e, perché no, speranza.

 

A Baselga di Pinè il tema della salvaguardia ambientale alla luce dei cambiamenti climatici che hanno ferito gravemente il contesto paesaggistico. “Lo sguardo attento a tutte le forme di “arte di strada” è nel dna di “Fai la tua pArte” fin dalla prima edizione – spiega Carmine Ragozzino, direttore artistico di “Fai la tua pArte - e quest’anno saranno ancora di più le realtà che garantiranno movimento e sorprese ad un pubblico invitato a condividere un itinerario artistico multidisciplinare, itinerante, divertente e scenograficamente stimolante”.

 

Fai la tua pArte” ha una missione tanto semplice e chiara quanto irrinunciabile: promuovere e far convivere le arti senza gerarchie e senza steccati, promuovendo l’incontro e lo scambio. Per Baselga di Pinè – località che come altre in Trentino ha patito i danni della tempesta Vaia, l’organizzazione ha proposto agli artisti partecipanti di dedicare una parte della loro performance al tema della difesa ambientale. Un invito rivolto soprattutto a chi pratica le arti visive che potrà esprimere il suo messaggio ecologico in modo libero e creativo.

 

ECCO CHI ANIMERA’ “FAI LA TUA PARTE”

 

THOMAS BORGOGNOPRESTIGIATORE
GIANDUIAMUSICA
ANDREA LORUSSOMUSICA
KATEMUSICA
STARLIGHTMUSICA
STRINGS & REEDSMUSICA
HARDOXMUSICA
MATTEO GANZERLIMUSICA
SESTO ELEMENTOMUSICA
TRAMPOLIERI ARCOBALENOARTE CIRCENSE
HANDEL WITH CAREMUSICA
SCUDODISEGNO
FRATELLI SCARABOCCHIODISEGNO
SOUL KITCHENMUSICA
STEVENS & THE STAIRMUSICA
ETERALMUSICA
RAPKNOTMUSICA
SARA ARCOBALENOSCRITTURA E DISEGNO
TEATRINO DELL'ALBERO PARLANTETEATRINO
MARIA VALERIA ROTARUDISEGNO 
BEETARTDISEGNO
CRI E DAVIDECIRCO CONTEMPOR.
ALESSIA RIZZODISEGNO
MATTEO MARGONMUSICA
ERIKA PUKA RECITAZIONE
ANDREA E FEDERICOMUSICA
OZN - YOUNGBOTZBREAK DANCE
WRITERSWRITER
PROGETTO DANZADANZA/TEATRO
CENTRO DIURNO PERGINEGIOCHI DI UNA VOLTA
RAIS PINAITREMUSICA
ILARIA HELENEDANZA
MATHILDA PANTE LETTURA TAROCCHI
ARTE SENZA CONFINI(DON ZIGLIO)DISEGNO
ANDREA ANDREATTAGIOCOLERIA
ARIANNA TAITSCULTURA CRETA
FRUET MICHELACREAZIONE CON CARTA
EITSAASTROFISICA
ANOMALIADISEGNO      

                                                                

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato