Contenuto sponsorizzato

Tigri, elefanti e clown: il circo Orfei è in città. I tendoni in via Al Desert fino a metà mese

Lo show, che vede in scena Lara Orfei, sarà visibile a Trento sud fino a domenica 16 giugno. Sono 60 le persone che lavorano tra i tendoni bianchi e rossi

Foto tratta da Facebook
Pubblicato il - 10 giugno 2019 - 11:41

TRENTO. Il circo è arrivato in città e ci rimarrà (a Trento sud) fino al 16 giugno prossimo.

 

Il circo è il Rolando Orfei, con i suoi tendoni bianchi e rossi e vede in scena Lara Orfei. Ci lavorano 60 persone per garantire a grandi e piccini qualche ora di divertimento.

 

Come negli ultimi anni, il circo ha trovato collocazione in via Al Desert, dove è arrivato lo scorso 7 giugno, venerdì. Lo spettacolo che offre è di quelli tradizionali, con gli animali (su tutti zebre, elefanti, tigri), ma non mancano numeri di prestigio, acrobazia e le evergreen marachelle dei clown.

 

La prossima tappa sarà a Bolzano, a partire dal 20 giugno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 agosto - 06:01

Sono 15.614,29 gli ettari di superficie complessiva notificata bio e in conversione nel 2018 per 1.309 operatori, quasi un raddoppio in termini di ettari rispetto ai dati del 2017. Numeri che si trovano nella risposta dell'assessora Giulia Zanotelli all'interrogazione di Lucia Coppola (Futura). L'ex assessore: "Stanziati solo 5 milioni contro i 21 della volta precedente. Bocciato un emendamento del Patt che chiedeva più soldi per il comparto"

24 agosto - 11:39

L'inizio del concerto è previsto alle 14. Pur essendo stati previsti dei servizi di trasporto speciali, ci sono già code e rallentamenti in A22 all'uscita di Bressanone

24 agosto - 09:59

I tecnici sono al lavoro per scoprire le cause che hanno portato alla diminuzione dell’afflusso d’acqua: alla base potrebbe infatti esserci una perdita nell’acquedotto, oppure l’eccessivo consumo dovuto alle numerose presenze, ma anche le piogge scarse che potrebbero aver intaccato le riserve della sorgente

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato