Contenuto sponsorizzato

A Rovereto sono arrivati i dinosauri. Tutto pronto per la mostra a cielo aperto collegata alle orme dei Lavini di Marco

Dinosauri in Carne e Ossa, è nata da un progetto interamente italiano che unisce il lavoro di Scienza e Arte per ricostruire l'aspetto in vita dei dominatori di un Mondo perduto, e arriva a Rovereto con un'edizione speciale. Ecco quando comincerà, prezzi, modalità di prenotazione

Pubblicato il - 20 maggio 2020 - 17:16

ROVERETO. I dinosauri sono arrivati a Rovereto e dal 30 maggio saranno visitabili a tutti. L'apertura della mostra ''Dinosauri in Carne e Ossa'', che per motivi legati all’emergenza sanitaria nazionale era stata prima posticipata, poi rinviata, ora ha una data certa: il 30 maggio alle 10 ci sarà il via libera. Gli allestimenti al Parco dell' Ex Asilo Nido Manifattura di Rovereto, in via delle Zigherane sono già iniziati oggi.

 

La mostra è promossa dal Comune di Rovereto ed organizzata dall'Associazione Paleontologica Paleoartistica Italiana APPI in collaborazione con MUSE - Museo delle Scienze, Fondazione Museo Civico e GeoModel di Mauro Scaggiante e con il supporto di Apt Rovereto e Vallagarina e Prehistoric Minds.

 


 

Dinosauri in Carne e Ossa, è nata da un progetto interamente italiano che unisce il lavoro di Scienza e Arte per ricostruire l'aspetto in vita dei dominatori di un Mondo perduto, e arriva a Rovereto con un'edizione speciale. A fianco delle spettacolari ricostruzioni a grandezza naturale dei dinosauri e degli altri animali preistorici che caratterizzano il format è presente una sezione multimediale a cura del Muse (Trento), dedicata alle orme fossili dei Lavini di Marco, una testimonianza vecchia 200 milioni di anni del passaggio dei dinosauri in queste terre.

 


 

A seguito delle prescrizioni anti-Covid la prenotazione per l'acquisto dei biglietti per l'accesso alla mostra sarà online e obbligatorio così da poter permettere una fruizione contingentata ed evitare assembramenti di persone, consentendo di rispettare le distanze di sicurezza.

Per questo chiediamo la collaborazione dei visitatori.

 

 


 

APERTURA E PRE-VIEW STAMPA

30 maggio ore 10 apertura al pubblico

29 maggio ore 15 anteprima riservata alla stampa

 

ORARI DI APERTURA

Venerdì dalle 15:00 alle 19:00 (ultimo ingresso ore 18)
Sabato, domenica e festivi dalle 10:00 alle 19:00 (ultimo ingresso ore 18)
*Orario di chiusura anticipato di un’ora per il periodo in cui vige l’ora solare
Sempre aperto, previa prenotazione, per piccoli gruppi.

TARIFFE DI INGRESSO MOSTRA
(acquisto online a partire dal 25/05/2020)

INTERO € 10,00 adulti dai 18 ai 65 anni
RIDOTTO € 7,50 componenti nucleo familiare, minori dai 4 anni in su, over 65
RIDOTTO SPECIALE € 6,50 convenzione riservata ai possessori di biglietto Musei Civici e/o
Muse
OMAGGIO: 0-3 anni, portatori di H, accompagnatori gruppi scolastici (fino a 2 per classe),
accompagnatori diversamente abili, giornalisti accreditati
 

Si segnala che all'acquisto online del biglietto potrebbe essere applicata una tariffa massima di €0,50 per il servizio di prevendita.

Prenotazioni (obbligatorie)
a partire da lunedì 25/05/2020
da lunedì al venerdì, ore 15-18,30
didattica@paleoappi.it T. 348 0580470
Info e costi sulle singole attività didattiche su www.paleoappi.it
 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato