Contenuto sponsorizzato

Animali gelosi, ma non mancano i casi "progressisti". Quest'anno ci sarà un San Valentino particolare al Muse

Oggi dalle 15 alle 18 gli operatori del museo, presenti nelle sale, riconoscibili grazie a una coccarda rossa a forma di cuore, saranno a disposizione del pubblico per raccontare mille curiosità sugli animali in amore

Pubblicato il - 13 febbraio 2017 - 21:09

TRENTO. I modi di amarsi più appassionati, delicati, spericolati del mondo animale e per interrogare il pubblico su un quesito: quando parliamo di corteggiamento siamo così sicuri che animali e uomini siano così distanti? Leggere il giorno di San Valentino, attraverso la lente della scienza.

 

Questa l'iniziativa lanciata dal Museoggi  dalle 15 alle 18, che vedrà gli operatori del museo, presenti nelle sale, riconoscibili grazie a una coccarda rossa a forma di cuore, a disposizione del pubblico per raccontare mille curiosità sugli animali in amore.

 

Il percorso di visita del museo si arricchirà dunque di speciali focus tematici approfonditi dai mediatori: curiosità sui rituali di corteggiamento, sulle modalità di scelta del compagno o della compagna, sulle tecniche di "seduzione" e di conservazione della specie.

 

Si parlerà di maschi e femmine gelose, ma anche di casi particolarmente 'progressisti': come quello della Iacana (Jacana spinosa), dove è la femmina che la fa da padrona. A questo uccello tropicale che vive fra il Centro America e il sud degli Stati Uniti, comprese le isole dei Caraibi,spetta il corteggiamento dei maschi e la difesa dalla corte di femmine rivali. Lei si accoppia con più partner e a loro lascia tutte le cure parentali.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato