Contenuto sponsorizzato

Il Cineforum a Trento riparte ricordando Piergiorgio Rauzi

Dopo la scomparsa dello storico animatore, per 50 anni, dell'importante evento cittadino il Teatro San Marco ha deciso di raccogliere il suo testimone. Lazzeri: "Ci saranno vari cambiamenti, dall'abbonamento alla discussione pre e post film. Si parte il 4 ottobre con Luis Buñuel"

Di Luca Pianesi - 16 September 2016 - 09:42

TRENTO. Trento avrà il suo cineforum. Dopo la scomparsa a metà aprile di Piergiorgio Rauzi, storico fondatore dell'iniziativa culturale che per 50 anni ha animato il capoluogo diventando vero punto di riferimento per cinefili e appassionati, sembrava che le luci di sala fossero destinate a spegnersi per sempre. E invece un gruppo di affezionati ha deciso di raccoglierne il testimone e di ripartire da dove ci si era fermati: film d'essai, rassegne, prodotti d'autore e, sopratutto, il Teatro San Marco.

 

Continuerà ad essere questa, infatti, la location del cineforum che “cambia nome - spiega Massimo Lazzeri direttore dell'associazione “Il teatro delle quisquilie” che gestisce il Teatro San Marco – e da Cineforum Trento si trasforma in Cineforum San Marco”. Ma non è tutto. “Sono diversi i cambiamenti – prosegue Lazzeri – abbiamo rinnovato anche il programma cinematografico evitando 'polpettoni' o pellicole 'inaccessibili' ai più. I film saranno raccolti in mini rassegne di due, tre o quattro appuntamenti ciascuna, con un’ampiezza che coprirà i cinque continenti e la storia del cinema dalle sue origini a oggi. Si partirà il 4 ottobre con un omaggio proprio a Piergiorgio Rauzi e a uno dei suoi autori preferiti, Luis Buñuel, con La via lattea. Poi avremo Almodovar con il suo ultimo film e il suo primo, uno splendido Buster Keaton del 1921, film muto che sarà musicato in diretta e accompagnato da un mini concerto de La piccola orchestra Lumièr e tanto altro”.

 

Ogni spettacolo sarà preceduto da una presentazione di 5 minuti e alla fine si aprirà il dibattito sul film tra i presenti in sala riprendendo così il vero spirito dei cineforum. La programmazione, le presentazioni e l’animazione del dibattito saranno curati da un gruppo di amanti del cinema tra cui Paolo Caroli (L’Adige), Katia Malatesta (Religion Today Film Festival), Stefano Cò, Tania Caroli e Chiara Cont, coordinati da Giuseppe Zito, programmatore cinematografico del Cineforum e del Teatro di Pergine.

 

“Altra novità è che da quest'anno non si farà più la tessera ma l'abbonamento – completa Lazzeri – e che ogni martedì mattina e pomeriggio saremo in diretta su Radio InBlu per parlare tra le altre cose anche del film che proietteremo poi in serata, prima alle 17.30 e poi alle 20.45”.

 

Il costo dell’abbonamento a tutti e 23 i film in programma è di 55 euro ed è inoltre prevista una forma di abbonamento con qualche benefit in più per i sostenitori della rassegna. Il biglietto per assistere alla singola proiezione sarà invece di 4,50 euro. Il programma e le informazioni sulle modalità di iscrizione sono reperibili sul sito www.teatrosanmarco.it alla pagina Cineforum. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 maggio - 18:28
Da metà pomeriggio sono in azione i corpi dei vigili del fuoco in gran parte del territorio. A Trento, in via Brescia, un'auto è rimasta bloccata [...]
Cronaca
28 maggio - 15:33
La misura di sorveglianza speciale è stata chiesta per 5 anni durante i quali la persona avrà diverse limitazioni in termini di movimento e non [...]
Cronaca
28 maggio - 17:14
Una grossa pianta era stata adagiata su un terreno ripido per sezionarla quando ad un certo punto il tronco è scivolato a valle ed ha travolto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato