Contenuto sponsorizzato

Un tour alla scoperta di 4 castelli tra la val di Non e la val di Sole e dei prodotti del Trentino: il trentino dei castelli pronto a partire dalla stazione del Trento-Malè

Ritorna il trentino dei castelli per scoprire i manieri San Michele, Caldes, Valer e Thun con visite guidate tra storia, arte, cultura e leggende. Il primo appuntamento è fissato per sabato 28 maggio: "Una giornata che coinvolge la popolazione locale, promuove i prodotti e l’economia della zona"

Foto archivio Apt val di Non
Pubblicato il - 25 May 2022 - 12:10

TRENTO. Quattro castelli collegati da un trenino per conoscere in compagnia delle guide la storia del Trentino e scoprire arte, cultura e leggende dei manieri in val di Sole e in val di Non: Castello San Michele, Castel Caldes, Castel Valer e Castel Thun.

 

Si parte dalla città capoluogo e il "trenino dei castelli" accompagna i visitatori alla scoperta di quattro edifici storici del territorio. Il primo appuntamento è fissato per sabato 28 maggio, poi 4, 11 e 18 giugno, del 23 e 30 luglio, e ancora 6, 13, 20 e 27 agosto e infine l 3 e 10 settembre. Sono queste le giornate in cui il trenino partirà dalla Trento-Malè alle 8.40 (ritrovo alle ore 8.10) alla volta di Mezzana, in val di Sole, da dove si proseguirà in pullman. Da quest'anno l'iniziativa vede come capofila l’Azienda per il turismo Trento e Monte Bondone.

 

"Appartiene a pieno titolo alle nostre strategie di promozione l’idea di valorizzare la città utilizzandola come base di partenza per esplorare l’intero territorio provinciale – commenta Matteo Agnolin, direttore dell'Apt Trento e Monte Bondone – proprio come previsto da questo progetto, che ha inoltre il pregio di appoggiarsi su un mezzo di trasporto sostenibile come il treno. Per ora abbiamo inserito nel calendario dodici uscite, per le quali abbiamo già raccolto tante prenotazioni, ma non è escluso si possano aggiungere ulteriori giornate".


Il Castello San Michele sorge su uno sperone di roccia e presenta nel suo possente mastio, alto circa 25 metri, l’elemento architettonico più caratteristico e meglio conservato dell'intero complesso. Poco distante, affacciato sul torrente Noce si erge poi Castel Caldes, maestoso maniero frutto dell'incontro delle culture veneta, tedesca e lombarda. Secondo la leggenda, fu teatro della prigionia della nobile Olinda, colpevole di essersi innamorata del menestrello di corte. Oggi il castello ospita eventi culturali, mostre, spettacoli e visite guidate.

 

"Si tratta di una proposta alla quale sono particolarmente affezionata – aggiunge Giulia Dalla Palma, ex direttrice dell’Apt Val di Non e ora responsabile dell’Area Agenzie territoriali Ata di Trentino Marketing – dato che me ne sono occupata fin dalla sua costruzione nel 2016. Si tratta di una giornata culturale che coinvolge la popolazione locale, promuove i prodotti e l’economia della zona. Se ha sempre funzionato così bene, va ricordato, è anche per merito delle guide, che ci hanno sempre messo grande impegno e professionalità. A loro va un ringraziamento particolare".

 

Dopo aver lasciato le montagne della val di Sole, il trenino farà tappa in val di Non per visitare altri due splendidi castelli del Trentino: Castel Valer e Castel Thun.

 

"La nostra è una zona che conta più di venti castelli – aggiunge Silvia Gentilini dell’Apt val di Non, che appartengono quasi tutti a privati. Potervi accedere non è quindi un passaggio scontato, perché in alcuni casi significa entrare negli spazi dove vivono altre persone, e questo aumenta il valore dell’esperienza proposta dal trenino dei castelli".

 

Con i suoi nove secoli di storia Castel Valer conserva perfettamente la sua eredità storico-artistica: le sue sale abitate dal 1368 da un’unica famiglia, i conti Spaur, hanno mantenuto infatti viva non solo la loro storia, ma anche mobili e opere d’arte, fino a oggetti come suppellettili, armi, documenti, tappeti e arazzi.

 

Il viaggio condurrà infine a Castel Thun, uno dei castelli più belli e conosciuti del Trentino. Situato su una collina in posizione panoramica rispetto all’intera valle di Non, esso è circondato da un complesso sistema di fortificazioni costituito da torri, mura, bastioni, cammino di ronda e fossato e risalente al Cinquecento. Nei vasti spazi interni si susseguono numerose sale, che conservano i ricchi arredi originari e un’interessante quadreria dei Thun, una delle più potenti famiglie feudali della regione.

 

"Questa iniziativa ha il grande merito di promuovere il turismo culturale – conclude Roberta Baggia dell’Apt Val di Sole – un target che ci interessa molto, dato che è composto da ospiti che si muovono anche nelle stagioni meno gettonate. A questo proposito ricordo che Castel Caldes dal 17 giugno al 9 ottobre ospiterà una mostra fotografica dedicata al rapporto tra l’uomo e la montagna, organizzata insieme dall’agenzia Magnum, un’opportunità molto interessante che viene quindi offerta anche a chi salirà sul Trenino dei castelli".

 

Le visite saranno infatti intervallate da soste gustose, come una genuina colazione a base di prodotti tipici locali proposta da Melinda e Sosi Trento e a seguire un pranzo prelibato dai profumi e sapori del territorio al Ristorante Il Giardino di Cles, associato alla Strada della Mela, abbinato a vini e bollicine della Cantina Rotari Mezzacorona. Nel pomeriggio sarà infine possibile godersi una deliziosa merenda con dolcetti, sciroppo o tisana a base di erbe officinali di aziende agricole locali da sorseggiare nella suggestiva cornice di un antico maniero.

 

L’iniziativa del "trenino dei castelli" è organizzata da Apt Trento e Monte Bondone con la Provincia di Trento, Trentino Marketing, Apt Val di Non e Apt Val di Sole, in collaborazione con la Strada della mela e dei sapori delle Valli di Non e Sole, la Rete Castelli del Trentino, il Castello del Buonconsiglio, Trentino Trasporti e l’Associazione San Vigilio. Il progetto è sostenuto dalla Cantina Rotari Mezzacorona in qualità di main partner, da Sosi Trento, Melinda e Cta - Consorzio trentino autonoleggiatori.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato