Contenuto sponsorizzato

La qualità del latte si controlla in chat: un bot dialoga con gli allevatori di Concast

La chat robotizzata su Telegram fornisce agli allevatori soci informazioni e risultati delle analisi sul latte, sull'allevamento e sui mangimi

Pubblicato il - 04 luglio 2019 - 16:45

TRENTO. Come si controlla la qualità del latte? Sullo smartphone, in chat. La risposta, che qualche tempo fa sarebbe potuta sembrare di fantascienza, è reale. Accade grazie a "Concastbot", l'app operativa (chatbot) che, all'interno del servizio di messaggistica Telegram e simulando una conversazione tra persone, invia automaticamente appena disponibili i dati agli allevatori.

 

Il progetto, presentato giovedì 4 luglio alla sede di Spini di Gardolo del Consorzio dei caseifici sociali del Trentino, è indirizzato ai soci ed è stato messo a punto da Concast Trentingrana: in questo modo gli allevatori possono interfacciarsi velocemente (come se la chat con il software, il chatbot, fosse con un umano) e interrogare il proprio smartphone per conoscere in tempo reale i risultati personalizzati delle analisi sul latte conferito, sugli animali e sui mangimi.

 

In Trentino il latte conferito ai caseifici viene infatti pagato in base alla qualità e, a ogni prelievo analizzato ed elaborato dal laboratorio del Consorzio, corrisponde un punteggio totale e un punteggio ponderale (la media dei punteggi totali di tutte le analisi effettuate sui campioni di latte prelevati e analizzati all'allevatore).

 

Il nuovo sistema contrassegna con un simbolo verde il parametro che ha un punteggio positivo o rispetta determinati limiti, rosso negli altri casi.

 

L'interfaccia propone la scelta dei vari menu per poter visualizzare diverse informazioni. Essendo una chat robotizzata, all'arrivo di una nuova informazione apparirà un messaggio di notifica che, cliccando sullo stesso, aprirà automaticamente il chatbot per la consultazione delle informazioni.

 

Il servizio è già operativo e al momento conta 350 allevatori iscritti (l'accesso è possibile solo per gli allevatori soci dei caseifici associati, entro il prossimo anno si vuole raggiungere la quasi totalità degli allevatori conferenti ai caseifici associati).

 

Il supporto tecnico per sviluppare il progetto è stato affidato a Hi Logic di Trento di Maurizio Bezzi.

 

Ma quali sono nel dettaglio le informazioni disponibili per gli allevatori? In sostanza quelle sulla qualità del latte, sull'allevamento e sui mangimi.

 

I primi dati riguardano appunto i risultati delle analisi effettuate su campioni di latte relativi alle analisi Plq (per il pagamento latte qualità per ogni azienda zootecnica) e su analisi extra effettuate dal laboratorio Concast per autocontrollo aziendale.

 

I secondi riguardano invece i risultati delle analisi condotte sulla mandria e, in particolare, sulle singole vacche. I test vengono effettuati dal laboratorio della Federazione provinciale allevatori di Trento e Bolzano.

 

I terzi, poi, sono incentrati sui mangimi (tipologia, nome prodotto, quantità e lotto dei mangimi consegnati o usati da ogni allevatore, l'elenco dei mangimi autorizzati dal Consorzio con relativa ricerca per nome prodotto).

 

Le caratteristiche di "Concastbot" sono stata illustrate da Andrea Merz, direttore del Consorzio, e da Enrico Fronza, responsabile dei sistemi informativi del Concast guidato dal presidente Renzo Marchesi. Sono intervenuti anche l'assessora all'Agricoltura Giulia Zanotelli e l'assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 21.05 del 17 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 luglio - 17:59

Discussione social con un attivista di +Europa sulla vicenda di Bibbiano, che coinvolge diversi minori in affidamento. La capogruppo della Lega accusata di diffondere notizie incomplete risponde con affermazioni molto pesanti. La denuncia dell’Osservatorio contro i fascismi: “La consigliera ammicca agli squadristi di Casapound”

17 luglio - 13:09

Sono 26 i turisti sanzionati nel tardo pomeriggio di ieri per divieto di transito all’uscita dell’area ex Cattoi, un bottino da oltre 2000 euro che entra nelle casse del comune. Opposizioni all’attacco “Brutta pubblicità per il comune”, la replica di Mosaner: “Le leggi valgono per tutti”

17 luglio - 20:51

I paesi del Primiero “ospitano” da due anni una specie tropicale di piccolo insetto. La lotta intrapresa da Comune e popolazione non sembra avere successo, l'occupante resiste

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato