Contenuto sponsorizzato

Ryanair cancella il 25% dei voli italiani. Tratte ridotte per tutte le compagnie aeree

Il coronavirus rischia di portare una perdita del 30% di traffico. American Airlines a cancellare i voli da e per Malpensa a causa della riduzione della domanda. EasyJet verso il -12%. Ma sono tantissime le compagnie aeree costrette a dover rivedere i piani per i crolli in termini di prenotazioni. Alitalia penserebbe ad una riduzione di 100 voli a settimana

Di L.A. - 03 marzo 2020 - 20:37

TRENTO. Gli effetti per l'emergenza coronavirus colpiscono anche le compagnie aeree che perdono cifre record e la Iata, associazione del settore, che rappresenta quasi il 90% delle linee aeree mondiali, chiede di bloccare le regole molto stringenti sugli slots.

 

Si stima una perdita per il settore tra il 15% e il 30% del traffico di rotta previsto. Il coronavirus ha portato, infatti, American Airlines a cancellare i voli da e per Malpensa a causa della riduzione della domanda. Ma sono tantissime le compagnie aeree costrette a dover rivedere i piani per i crolli in termini di prenotazioni. Alitalia penserebbe ad una riduzione di 100 voli a settimana.

 

Ryanair ha annunciato una riduzione del 25% dei voli di corto raggio, principalmente da e verso l'Italia, dal 17 marzo all'8 aprile, una decisione è stata notificata ai passeggeri. La scorsa settimana, società irlandese ha registrato un calo significativo delle prenotazioni per il periodo compreso tra fine marzo e inizio aprile, ma anche un significativo aumento dei no-show in particolare in partenza dall’Italia e su voli nazionali.

 

Intanto EasyJet è pronta a ridurre del 12% i voli. E poi c'è la Brussels Airlines che per un -30% tra Roma, Milano, Venezia e Bologna. La Turkish ha annullato i decolli verso l'Italia, mentre Luthansa, Swiss e Austrian hanno esteso fino al 24 aprile la sospensione delle tratte tra Germania, Svizzera, Austria e Cina, oltre a prevedere cambi di programmazione per quanto riguarda gli scali italiani.

 

Le regole delle slots impongono ai vettori l'operatività di almeno l'80% delle fasce orarie disponibili: il mancato utilizzo comporta la perdita dei diritti di volo in un determinato orario sull'anno successivo. Le fasce orarie che permettono a ogni compagnia di effettuare voli, decollo e atterraggio, devono seguire, infatti, una modalità di utilizzo fissata e che ora potrebbe far saltare l'intero sistema mondiale e almeno il 43% del totale dei voli passeggeri che partono da 200 slot per assenza di prenotazioni.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 aprile - 19:33
Trovati 119 positivi, 3 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 168 guarigioni. Sono 1.558 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 aprile - 20:24
L'incidente è avvenuto questo pomeriggio. Il giovane che era alla guida dell'Honda ha perso la vita sul colpo
Cronaca
13 aprile - 16:24
Se da un lato la Provincia di Bolzano è quella che ha vaccinato più anziani del Paese e presenta dati del contagio in continua decrescita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato