Contenuto sponsorizzato

Aperti gli impianti a Pinzolo: ''Un momento importante: la tenuta dell'occupazione è un investimento anche per il futuro''. Pronta a partire Pejo: ''La sostenibilità è un valore''

E' tempo di neve e questo week end rappresenta un ritorno molto atteso per le stazioni sciistiche dopo due anni di blackout. Un comparto che cerca di mettersi alle spalle un periodo durissimo a causa dell'emergenza Covid e quel blocco da marzo 2020 che ha cambiato tutto. Nelle scorse ore sono arrivate le linee guida della Provincia con le indicazioni delle regole d'ingaggio di questo inverno

Di Luca Andreazza - 03 dicembre 2021 - 23:54

TRENTO. "Tutte le società impianti hanno lavorato molto per far fronte alla sicurezza". Queste le parole di Roberto Serafini, presidente della società Funivie Pinzolo. "Poter aprire è importante per le assunzioni e per ritornare a lavorare, per dare un po' di solidità tanto al tessuto sociale quanto a quello economico".

 

E' tempo di neve e questo week end rappresenta un ritorno molto atteso per le stazioni sciistiche dopo due anni di blackout. Un comparto che cerca di mettersi alle spalle un periodo durissimo a causa dell'emergenza Covid e quel blocco da marzo 2020 che ha cambiato tutto. Nelle scorse ore sono arrivate le linee guida della Provincia con le indicazioni delle regole d'ingaggio di questo inverno.

 

"Noi ci siamo attivati per tempo e il controllo del Green pass sarà a campione ma rigoroso. Fondamentale è vaccinarsi per ritornare alla normalità il prima possibile e dare maggiori certezze al comparto e scongiurare eventuali chiusure. Siamo consapevoli che la pandemia non è finita e che siamo in una fase di convivenza - aggiunge Serafini - il rispetto delle regole è fondamentale e l'approccio degli impiantisti è molto serio per garantire le massime tutele ai clienti e ai residenti. Complessivamente c'è molta speranza perché a fronte di importanti investimenti, c'è la neve fresca e i sistemi di innevamento programmato sono entrati in funzione in modo ottimale: ci sono tutti gli ingredienti per poter far davvero bene".

 

Le località a marchio Skirama, il consorzio che raggruppa ben 8 tra le principali località sciistiche da Folgarida MarillevaPejo Pontedilegno-Tonale in val di Sole alle Dolomiti di Madonna di Campiglio e Pinzolo in Val Rendena; dai tracciati di Andalo Fai della Paganella al Monte Bondone che sovrasta Trento, fino all’Alpe Cimbra, con le località di Folgaria Lavarone, scalpitano per ritornare in pista e mostrare il lato migliore in termini di ospitalità e di accoglienza trentina.

 

"La risposta italiana è interessante e avvertiamo una grande voglia di ritornare in montagna e di ritornare a sciare. Ci sono maggiori incertezze - evidenzia Serafini - per quanto riguarda il mercato estero per l'evoluzione dell'epidemia e le prenotazioni delle strutture ricettive attraversano fasi più o meno altalenanti ma intanto è importante ripartire per garantire anche l'occupazione: l'anno scorso è stato drammatico, oggi è una criticità da gestire, riuscire a dare continuità ai posti di lavoro e agli addetti è un investimento fondamentale in chiave futura".

 

In queste ore sono stati aperti i tornelli a Pinzolo ("Un test e una messa a punto generale in vista di sabato"), mentre già da qualche settimana si scia a Madonna di Campiglio (Qui articolo). A Peio si scatta dai blocchi con sabato 4 dicembre, il gioiello inserito nel cuore del parco nazionale dello Stelvio e prima ski area certificata plastic free al mondo ha lavorato a tutta per mettere a punto gli ultimi dettagli.

 

Un obiettivo ambizioso, quello della sostenibilità, che verrà implementato in più tappe ma che già da quest’anno porterà novità significative: addio alla plastica monouso nei rifugi, niente più stoviglie, bicchieri, cannucce o monodose di salse varie che vengono consumate in grande quantità ogni giorno. E una puntuale campagna di sensibilizzazione verso gli sciatori per fare in modo di costruire un turismo invernale sempre più attento a ridurre il proprio impatto sull’ecosistema alpino.

 

"Crediamo molto nel progetto della sostenibilità - spiega Simone Pegolotti, direttore di Pejo Funivie - un valore sentito da tutta la valle. Nonostante i rallentamenti causati dall'emergenza Covid, il piano è entrato nella fase successiva. Una scelta sicuramente impegnativa ma che caratterizza il nostro modo di vivere l'ambiente e di lavorare nel pieno rispetto della natura. In questo modo è possibile migliorare l'accoglienza e l'ospitalità, oltre che lanciare un messaggio a residenti e turisti". 

 

Tutto è pronto, insomma, per la ripresa dell'attività dopo anche importanti azioni sulla digitalizzazione. "L'estate è andata bene e ci sono le premesse per fare bene anche quest'inverno. Negli ultimi anni - continua Pegolotti - abbiamo investito molto per rendere ancora migliore l'esperienza nella nostra località tra la pista val della Mite, l'ottimizzazione dell'innevamento programmato, l'allargamento di alcuni tracciati e la riqualificazione della seggiovia Seroden. Questa stagione ci siamo concentrati in particolare sulle fruibilità delle piattaforme e la predisposizione software per la gestione della ski area e dell’acquisto dei biglietti on-line (da segnalare lo sconto del 15% per gli skipass fino al 24 dicembre)".

 

Non solo sci. "Ci sono le escursioni con le ciaspole oppure per praticare trekking e nordic walking su sentieri perfettamente segnalati, alcuni percorribili anche in notturna e una serie di attività collaterali per soddisfare le esigenze di tutte le famiglie. Poi c'è tutta l'offerta termale per abbinare sport e relax psico-fisico dopo una giornata sulle nostre nevi. I segnali sono buoni e c'è molta attesa di poter finalmente riprendere il percorso di crescita interrotto bruscamente a causa dell'emergenza Covid", conclude Pegolotti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 17:52
Il dirigente del Dipartimento salute e politiche sociale, Giancarlo Ruscitti: "Sono comportamenti che naturalmente stigmatizziamo, l'Azienda [...]
Cronaca
28 gennaio - 17:20
L'assessore all'istruzione ha parlato di 360 classi che rientreranno a scuola da qui a lunedì prossimo mentre il dirigente provinciale Ruscitti ha [...]
Cronaca
28 gennaio - 16:50
Sono stati trovati 1.586 positivi a fronte di 11.365 tamponi. E' stato registrato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Cala il numero delle classi in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato