Contenuto sponsorizzato

''E' ora di avere il coraggio di cambiare'', un ''viaggio'' con Porsche per promuovere la sostenibilità del Trentino (VIDEO) con La Sportiva, Bonfiglioli, Menz&Gasser e Ferrari

Un esempio di comunicazione integrata che avvicina il mondo della mobilità green con gli altri settori produttivi di eccellenza in Trentino e che va nella direzione di promuovere il tema della sostenibilità a tutto campo. Il Centro Porsche Trento: "Un progetto a lungo termine perché l'immagine e veicolare la sostenibilità, anche ambientale, è più importante del profitto che si può ottenere a breve termine"

Di Luca Andreazza - 20 ottobre 2021 - 21:35

TRENTO. "Vivere in un territorio come il Trentino ci sprona, ogni giorno, a impegnarci verso una sostenibilità ambientale sempre più consapevole". Queste le parole di Giacomo Poggi, direttore generale del Centro Porsche Trento, nel presentare il progetto "Road to zero", un'iniziativa con la supercar sportiva 100% elettrica e la collaborazione con altri leader provinciali del calibro di La Sportiva, Bonfiglioli, Menz&Gasser e Cantine Ferrari.

 

"Ci sono vari modi - dice Poggi - per affrontare le situazioni e contribuire alla creazione del cambiamento è tra le sfide più importanti. E' un progetto a lungo termine perché l'immagine e veicolare la sostenibilità, anche ambientale, è più importante del profitto che si può ottenere a breve termine. E in questo senso Porsche si è assunta il rischio di non produrre più vetture diesel già dall'anno scorso. E' necessario avere coraggio e iniziare a sviluppare un nuovo concetto culturale".

 

L'apice di questo cambiamento è rappresentato da Porsche Taycan, primo modello a propulsione completamente elettrica e sinonimo di potenza sotto tutti i punti di vista. E proprio questa supercar farà da teatro ai racconti dei partner.

 

Il Centro Porsche Trento, da qualche anno, ha deciso di investire sempre di più sul territorio attraverso il progetto "Destination charging": una promozione della rete di ricarica elettrica che coinvolge una selezione di strutture ricettive e ristorative di altro livello in Trentino. "Un modo per fare economia circolare: all'interno del navigatore si trovano quelle realtà che puntano sulla sostenibilità. Siamo partiti e questo progetto è aperto anche alle altre aziende".

Ora l'icona delle vetture sportive, ora con un'anima green, ha pensato di riunire alcune eccellenze locali per creare un format a puntate per raccontare il territorio e le attività promosse dalle singole aziende e per sensibilizzare la clientela in materia sostenibilità nel mix con la tecnologia. "Questo percorso - commenta l'assessore Achille Spinelli - è frutto di una visione condivisa con Invest Trentino, il marchio territoriale per l’attrazione di investimenti avviato dalla Provincia e gestito da Trentino sviluppo. La società di sistema è impegnata nel promuovere la sostenibilità e l’integrazione dei settori. Fondamentale in questa iniziativa è anche il ruolo degli imprenditori che si sono messi in gioco, comunicando l’attenzione e la passione che mettono nel proprio prodotto e a favore del territorio. Un impegno per fare bene il proprio lavoro e farlo in modo sostenibile. Per il Trentino è dunque un messaggio di grande valore, un patrimonio che piazza Dante intende valorizzare in modo deciso".

 

L'azienda capofila è il Gruppo Dorigoni, storica concessionaria ufficiale per i marchi Porsche, Volkswagen, Audi, Seat, Cupra e Skoda. Fondato nel 1946, oggi è una realtà aziendale solida e ben radicata sul territorio dal punto di vista commerciale, con autonomia economica e finanziaria con quattro sedi distribuite tra Trento e Rovereto. La base è la forte esperienza acquisita negli anni e tramandata con passione per 3 generazioni.

 

"Il progetto è nato 12 mesi fa - dice Marco Cinardo, responsabile del Centro Porsche Trento - pochi mesi dopo l'arrivo sul mercato della Taycan, un prodotto innovativo di altissima tecnologia e con un Dna prestazionale di rilievo. Oggi performance e sostenibilità devono diventare un connubio, senza compromessi. E questo è un atteggiamento centrale per il brand. Ma abbiamo trovato la partnership e la disponibilità di altre aziende a veicolare il messaggio green, una sinergia entusiasmante. Un ringraziamento va anche a Maria Costa e Lucia Toffolon, responsabili marketing, che hanno portato avanti un grande lavoro dietro le quinte".

 

A bordo di una Porsche Taycan è stato compiuto un viaggio attraverso il territorio e i racconti. Spunti di riflessione e informazioni sulle tematiche green ma anche sul ruolo delle aziende negli obiettivi di sostenibilità. "Ho visto una vicinanza alla nostra filosofia e c'è una somiglianza nei prodotti di punta per performance e sostenibilità. Il riciclo e la ricarica batteria per il marchio di Stoccarda - aggiunge Lorenzo Delladio, Ceo e presidente de La Sportiva - rappresentano quello che noi facciamo in val di Fiemme, per esempio, risuolando le scarpe per dare una seconda o terza vita al prodotto. Gran parte dei materiali sono a ciclo continuo e il riuso della materia prima sono aspetti fondamentali. Sostenibilità vuol dire tanto ma anche niente, ora bisogna mettere a terra questa parola e farla lavorare. I risultati di questi sforzi sono a beneficio delle prossime generazioni". 

 

 

Tra i partner anche Bonfiglioli che progetta, fabbrica e distribuisce una gamma completa di motoriduttori, motori elettrici, riduttori epicloidali e inverter, in grado di soddisfare le esigenze più complesse nell'automazione industriale. Un polo produttivo è insediato a Rovereto. "Questo tema - continua Marco Cani - si sposa con la nostra visione: eccellenza, innovazione e sostenibilità sono i driver che guidano la crescita dell'azienda e rappresentano la garanzia della qualità dei prodotti e dei servizi che offrono ai clienti. A Bologna 10 anni fa abbiamo cambiato approccio e oggi siamo alla quinta espansione: un'esperienza di successo".

 

 

Della partita anche Menz&Gasser: "Crediamo fortemente nello sviluppo sostenibile - evidenzia l'amministratore delegato Matthias Gasser - inteso come quello sviluppo che garantisce i bisogni delle generazioni attuali senza perdere di vista quella future. Negli ultimi anni sono stati investiti oltre 10 milioni nell'autoproduzione di energia pulita da fonti rinnovabili, che hanno permesso di risparmiare poco meno di 12 mila tonnellate di anidride carbonica ogni anno. Il prossimo ambizioso progetto è quello di una produzione totalmente carbon neutral".

 

 

Un circuito positivo per riflettere sul futuro a lungo termine. Da sempre la Cantina accompagna i momenti più importanti del mondo istituzionale, della cultura, dello sport e delle spettacolo ma con una grande tensione a tecnologia e innovazione. E anche Ferrari crede fortemente in questo progetto. L’obiettivo è promuovere le tematiche della sostenibilità ambientale e della mobilità elettrica con le aziende con cui esiste una sensibilità comune.

 

 

"C'è molto da fare per sensibilizzare la comunità. Nelle scorse settimane il Referendum sul biodistretto è stato bocciato. C'è ancora tanto lavoro da fare - conclude Marcello Lunelli, vice presidente di Ferrari - per rompere il paradigma e cambiare quanto è consolidato. L'attenzione non deve essere sul passato ma sul futuro perché si devono ripensare le azioni: abbiamo una grande responsabilità, quella di lasciare alle prossime generazioni un futuro di fiducia".

 

La parte operativa e di produzione del progetto è stata gestita da Euregio Media Group, di cui fa parte anche Il Dolomiti, e dall'amministratore delegato gruppo editoriale Corrado Tononi, moderatore della presentazione di "Road to zero".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
03 dicembre - 09:43
Lo sciopero del black friday da parte dei driver è stato scongiurato grazia a un accordo raggiunto fra sindacati e ditte che effettuano le [...]
Cronaca
03 dicembre - 09:13
Due giovani morti sulla strada, Alessia Andreatta è rimasta vittima di un tragico incidente in A22 mentre la vita di Tommaso Delpero si è [...]
Cronaca
03 dicembre - 05:01
Sono moltissimi in queste settimane i bambini rimasti a casa dall'asilo con diverse patologie. Non solo virus sinciziale ma anche casi di otite, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato