Contenuto sponsorizzato

Assegno per i figli, a Bolzano si punta ad aumentare i beneficiari, limite Isee passa da 30 a 40 mila euro. Grosselli: ''In Trentino dal bonus bollette escluse quasi 15mila famiglie''

L'innalzamento della soglia limite di reddito consentirà a un maggior numero di famiglie altoatesine di richiedere l'assegno provinciale per i figli. Il segretario della Cgil, Andrea Grosselli: "In Trentino dal tanto sbandierato bonus bollette provinciale vengono addirittura escluse quasi 15mila famiglie con figli minori. Facile trovare le differenze, vero?"

Pubblicato il - 22 giugno 2022 - 09:44

BOLZANO. Quasi 22 milioni di euro per garantire in automatico a circa il 60% delle famiglie un contributo di 400 euro a figlio. E' questa la decisione che è arrivata nelle scorse ore dalla Giunta provinciale di Bolzano che ha modificato i requisiti di accesso e le linee guida per l'erogazione e la gestione dell'assegno provinciale per i figli. 

 

La proposta è arrivata dall'assessora provinciale alla Famiglia, Waltraud Deeg. Da un lato l'innalzamento della soglia limite di reddito, dall'altro l'erogazione di un contributo una tantum, il cosiddetto bonus temporale (Kinderbonus). "Questo 2022 sta portando parecchie novità per le famiglie in tempi non facili: a livello statale è stato introdotto l'assegno unico e anche a livello provinciale abbiamo apportato i relativi adeguamenti per semplificare e coordinare i nostri interventi con quelli previsti dallo Stato", spiega l'assessora provinciale.

 

Un intervento che ha ricevuto anche il plauso del segretario della Cgil del Trentino, Andrea Grosselli che ha puntato il dito contro la Provincia di Trento. “In Provincia di Bolzano ampliano davvero i sostegni alle famiglie colpite dall'aumento dell'inflazione e dal caro energia, mentre in Trentino dal tanto sbandierato bonus bollette provinciale vengono addirittura escluse quasi 15mila famiglie con figli minori. Facile trovare le differenze, vero?” scrive sui social.  

 

Per quanto riguarda l'intervento messo in campo in Alto Adige i fondi necessari sono stati messi a disposizione nel bilancio di assestamento. Con il bonus famiglia una tantum le famiglie “riceveranno anche un'erogazione di 400 euro per ciascun figlio minore", spiega l'assessora Deeg. "Queste misure sono due passi importanti in tempi critici", asserisce Deeg.

 

A partire dal 1° luglio entreranno in vigore le modifiche alle agevolazioni provinciali per le famiglie già decise a febbraio. Uno di questi cambiamenti riguarda il documento di riferimento per la valutazione della situazione economica dei nuclei familiari: mentre fino a giugno 2022 si utilizza la Dichiarazione Unificata di Reddito e Patrimonio (DURP), dal 1° luglio 2022 la base di calcolo sarà rappresentata dalla dichiarazione Isee  - Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Originariamente il limite massimo era fissato a 30 mila euro di valore Isee, che ora sarà innalzato a 40 mila euro. "In questo modo creiamo un'equità con l'assegno assegno unico statale che prevede questo tetto. Con questo cambiamento circa il 60% di tutte le famiglie ha diritto di richiedere gli assegni familiari", sottolinea l'assessora provinciale alla Famiglia. 

 

Bonus famiglia una tantum di 400 euro a bambino
Le famiglie che ricevono l'assegno provinciale per i figli saranno sostenute con un contributo straordinario. Sono previsti 400 euro a bambino che verranno erogati una volta sola e automaticamente (cioè senza necessità di avanzare una domanda separata). A questo scopo nel bilancio di assestamento sono stati riservati 21,9 milioni di euro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
01 luglio - 20:29
Dal 2015 a marzo 2022 il Rifugio Bindesi è stato gestito da Fabio Bortolotti, Ilaria Valenti e Federico Weber. Al loro posto ora [...]
Politica
01 luglio - 20:02
Oggi la Civica di Mattia Gottardi e Vanessa Masè ha presentato l'entrata nel partito dell'ex presidente della Cooperazione, Marina Mattarei. Sul [...]
Cronaca
01 luglio - 18:28
L'allarme è scattato nel pomeriggio di oggi poco prima delle 16. Il giovane, dicono i vigili del fuoco di Riva del Garda intervenuti sul posto, si [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato