Contenuto sponsorizzato

Caro energia e materiale, è allarme cantieri. A rischio centinaia di posti di lavoro anche in Trentino, Basso: ''Situazione insostenibile, la Provincia abbia il coraggio di intervenire''

Il comparto delle costruzione è fondamentale per il Pil in Trentino ed ora si trova in una situazione drammatica. Parliamo di un volume di affari annuo di 500 milioni di euro e l'impiego di 1600-2000 dipendenti. Il presidente di Ance Trentino: "Serve il coraggio di mettere in campo un fondo che possa anticipare i soldi del caro materiale alle aziende che stanno portando avanti lavori pubblici"

Di Giuseppe Fin - 16 marzo 2022 - 05:01

TRENTO. “Alcune aziende non ce la fanno più. La situazione è davvero insostenibile e se andiamo avanti così ci saranno centinaia di cantieri a rischio e assieme a loro anche moltissimi posti di lavoro”. E' un vero e proprio grido di allarme quello che viene lanciato dall'Ance Trentino, l'associazione che rappresenta una grossa parte delle aziende dell'edilizia presenti sul nostro territorio. “La preoccupazione è davvero alta , siamo davanti a movimenti economici che non sono normali” dice a ilDolomiti.it il presidente Andrea Basso.

 

I prezzi delle materie prime sono alle stelle e stanno mettendo a serio rischio la sopravvivenza di molti cantieri in un momento in cui l’edilizia stava riprendendo a fiatare. A questo si aggiunge il rallentamento della produzione e le difficoltà di reperimento dei materiali da costruzione.

 

Se la situazione non cambierà nel breve periodo le imprese non avranno altra via che quella di sospendere l'attività. In tanti già in questi giorni stanno riflettendo se fermarsi. Il problema è stato presentato nelle scorse ore anche al premier Draghi dall'Ance nazionale. 

 

Il comparto delle costruzioni, secondo quanto riferisce l'Ance di Trento, rappresenta per il Pil trentino una percentuale importante. Basta pensare al volume di affari annuo di 500 milioni di euro e l'impiego, spiega l’associazione, di 1600-2000 dipendenti.

 

Iscritti all'Ance, inoltre, sono un centinaio di aziende. “Questi sono dati importanti per il Pil di un territorio – spiega Basso – e il grido di allarme che stiamo registrando è altissimo. Ma non solo da noi anche nel resto d'Italia. Abbiamo bandi che vanno deserti, i trasporti che non riescono a fornire il materiale. Oggi dal mondo della politica e delle istituzioni serve un atto di coraggio”.

 

Impossibile per le aziende coprire gli aumenti dei costi con i ricavi. “Al momento stiamo assistendo ad un rallentamento dei cantieri – spiega a ilDolomiti il presidente di Ance Trento – perché ci si trova a non avere il materiale che non arriva o che addirittura costa il triplo”. Da un lato gli aumenti dei costi delle materie prime,  dall'altro i rincari energetici e i trasporti che iniziano a bloccarsi o a ritardare le consegne. Una sorta di “tempesta perfetta” come è stata chiamata nei giorni scorsi anche dal direttore generale di Confindustria Trento. (QUI L'ARTICOLO)

 

L'appello che viene fatto dalla categoria è rivolto alla provincia. “Ci rivolgiamo al Pubblico, alla forza che deve avere il presidente della Provincia ad intervenire ed invece non lo sta facendo” spiega Andrea Basso. “ Serve il coraggio di mettere in campo un fondo – conclude – che possa anticipare i soldi del caro materiale alle aziende che stanno portando avanti lavori pubblici. Se la situazione non cambierà sarà impossibile per tanti andare avanti”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 giugno 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
25 giugno - 20:37
Lo Stelvio non getta la spugna nella pratica dello sci estivo, anche se la neve fatica a scendere anche a oltre 3 mila metri: "Usiamo i teli in [...]
Cronaca
25 giugno - 18:21
Dopo la tragedia in autostrada costata la vita alla 31enne infermiera sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia. Il fratello [...]
Cronaca
25 giugno - 20:15
L'incidente è avvenuto sulla statale 237 del Caffaro. Lunga operazione di pulizia per i vigili del fuoco per ripristinare la sicurezza e la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato